La Paz e Santa Cruz, il Papa arriva in Bolivia

I manifesti per il benvenuto al Papa a Santa Cruz
Foto: Carolina Raquena/ Aci Prensa
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

La giornata del Papa inizia quando a Roma sono le tre del pomeriggio, e il primo appuntamento è con le Missionarie della Carità nel quartiere di Tumbaco nella Casa di Riposo. Dieci suore , una preghiera nella Cappella del Centro e nel cortile un incontro con  gli anziani ospiti. Più immagini che discorsi.

Poi il Papa si trasferisce al Santuario Nazionale Mariano “El Quinche”. Anche qui ad accogliere il Papa ci sono gli anziani e i malati. Il santuario costruito nel 1928 è stato proclamato santuario nazionale mariano nel 1985 e custodisce una statuetta miracolosa di legno di cedro del 1586 nello stile della scuola di Quito e ricorda una apparizione mariana agli indios Oyacachi.

Il Papa ascolterà le testimonianze dei religiosi e poi offrirà la sua riflessione.

Sarà il suo discorso di congedo dall’ Ecuador, perché subito dopo il Papa si reca in aeroporto per volare verso la Bolivia. Sarà una cerimonia breve e informale con gli Inni, la Guardia d’Onore. Il Santo Padre dovrebbe arrivare a La Paz alle ore 16.15 quando in Italia saranno le 22.00 . L’aereo un B737-300 boliviano, è battezzato per l’occasione "Boliviana Pastoral 930" ed è  stato allestito con decorazioni esterne e interne tipiche della cultura pre-inca "Tihuanaco". La Paz ("Chuqiyapu", in quechua e in aymara) è una città dedicata alla Madre di Gesù. Il suo nome completo è Nuestra Señora de La Paz. E' una delle due capitali del Paese:  sede del governo della Bolivia e dei poteri legislativo ed esecutivo: La sede del potere giudiziario e capitale costituzionale dello stato boliviano è Sucre. La Paz è la metropoli a più elevata altitudine del mondo. Insieme con la città satellite di El Alto (circa 4.000 metri sul livello del mare, con circa 700.000 abitanti), luogo dell'Aeroporto Internazionale, e costituisce il nucleo abitativo più popolato della Bolivia.  Il Papa sarà accolto dal Presidente, Evo Morales, ai piedi della scala anteriore dell'aereo. Dopo i discorsi primo incontro con la gente per il Papa che fa un breve giro tra la folla con vettura aperta e poi prosegue in vettura scoperta verso l'Arcivescovado ed è prevista una breve sosta per benedire il luogo dove fu assassinato il P. Luis Espinal SJ nel 1980.

Subito dopo - in Italia saranno le 24.00 - il Papa si reca in visita di Cortesia al Presidente della Bolivia Evo Morales, e al termine il Papa sarà in  Cattedrale per l’Incontro con le Autorità civili.

Il Palazzo del Governo popolarmente chiamata "Palazzo Quemado" (bruciato) dopo il grande incendio del 1875 si trova di fronte alla Piazza Murillo, vicino alla Cattedrale Metropolitana. Evo Morales, nel novembre 2014, ha firmato un contratto per la costruzione di un nuovo palazzo presidenziale che sarà ispirato alla città pre-ispanica di Tiwanaku.  Il nuovo palazzo, che si chiamerà appunto “Casa del Popolo”, richiederà un investimento di circa 36 milioni di dollari.

Sarà notte in Italia quando il Papa incontrerà le autorità civili, del mondo della cultura e del volontariato, nonché il Corpo Diplomatico, alla presenza del Presidente Morales.

Poi di nuovo in aereo per arrivare a Santa Cruz . Saranno le 20.00  e in Italia le 2.00 del Giovedì 9 luglio.

Papa Francesco arriverà a Santa Cruz della Sierra, la seconda città della Bolivia alle 21.25 , cioà alle  03.25 del Giovedì 9 luglio. L’arrivo è previsto in modo informale. Il Papa si trasferirà in auto aperta alla Residenza dell’ arcivescovo emerito della città Julio Terrazas Sandoval.

Santa Croce della Montagna fu fondata dal capitano Ñuflo de Chaves il 26 febbraio 1561 che la chiamò Santa Cruz de la Sierra in onore della sua città natale in Spagna. Santa Cruz de la Sierra è il centro della protesta di vari dipartimenti boliviani per consolidare le autonomie regionali.

Ti potrebbe interessare