La Santa Sede all’Expo: il programma

Una immagine del padiglione della Santa Sede all'Expo 2017 di Astana
Foto: MCI Live
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il giorno dedicato alla Santa Sede è il 2 settembre, ma sarà a partire dal 31 agosto che lo spazio espositivo vaticano all’Expo 2017 in Kazakistan si animerà con eventi. Il Cardinale Peter Turkson, Prefetto del Dicastero per il Servizio allo Sviluppo Umano Integrale, sarà ad Astana dal 30 agosto al 4 settembre, a guidare le attività.

 Il tema della manifestazione è “Future Energy”, e il padiglione della Santa Sede è intitolato “Energy for the Common Good: Caring for our Common Home”. Il filo conduttore del padiglione è la creazione, mentre il Cardinale Turkson aveva indicato nell’ “energia spirituale” uno dei temi affrontati dall'installazione vaticana.

Il Comunicato del dicastero sottolinea che il Cardinale Turkson sarà accompagnato “dal Nunzio apostolico nel Paese, Mons. Francis A. Chullikatt, da esponenti della Chiesa locale e da personale del Dicastero”. 

L’agenda prevede la partecipazione ad una conferenza interreligiosa presso il Palazzo della Pace e della Riconciliazione il 31 agosto, quindi una conferenza stampa il 1 settembre durante la quale il Cardinale Turkson e Guido Trezzani, direttore di Caritas Almaty, illustreranno i contenuti e il percorso artistico del padiglione, nonché “un progetto legato all’uso sostenibile dell’energia e all’integrazione sociale, in particolare di bambini orfani e disabili, che verrà realizzato dalla Chiesa cattolica in Kazakhstan”.

Quindi, il 2 settembre c’è il National Day, che prevede anche la partecipazione di Kassym Jomart Tokayev, Presidente del Senato della Repubblica del Kazakhstan, e di Tomasz B. Peta, Arcivescovo metropolita dell’Arcidiocesi di Maria Santissima in Astana, il quale darà lettura del Messaggio del Papa per EXPO 2017. Alla celebrazione prenderà parte anche il Coro cattolico “Soli Deo gloria”, fondato nel 2000 nella Diocesi di Novosibirsk, in Russia.

Ultimo appuntamento, la conferenza “Energy for Our Common Home”, che si terrà il 3 settembre presso la Nazarbayev University, con l’obiettivo “di approfondire i diversi aspetti dell’uso dell’energia nel prossimo futuro all’interno di una più ampia riflessione sullo sviluppo integrale della persona”, si legge nel comunicato.

 

Ti potrebbe interessare