La storia delle relazioni diplomatiche tra Santa Sede e gli stati balcanici

Seraphicum
Foto: CC
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Sarà presentato domani mercoledì 25 novembre alle ore 18 presso la biblioteca del Seraphicum in via del Serafico, 1 a Roma il libro “Al di là di ogni pregiudizio - Le trattative per il concordato tra la Santa Sede e il Regno dei Serbi, Croati e Sloveni/Jugoslavia e la mancata ratifica (1922-1938)” di fra Igor Salmič.

Il volume (edito da Gregorian & Biblical Press, 2015) mette in rilievo la posizione della Santa Sede nella questione concordataria e lo fa apportando un contributo innovativo rispetto alla storiografia esistente. La novità del testo, infatti, sta nel portare alla luce la genesi degli articoli principali del concordato firmato, dimostrando la peculiare rilevanza nei negoziati bilaterali del nunzio in Jugoslavia, Ermenegildo Pellegrinetti.

Alla presentazione interverranno Sua Eminenza il cardinale Franc Rodé, il prof. Don Roberto Regolidella Pontificia Università Gregoriana, il prof. Massimiliano Valente dell’Università Europea di Roma e la prof.ssa Rita Tolomeo, della Università di Roma “Sapienza”.

Moderatore dell’incontro il prof. p. Silvano Giordano (OCD), docente alla Pontificia Facoltà Teologica “Teresianum” e alla Pontificia Università Gregoriana.

Igor Salmič (OFMConv), ricopre attualmente l’incarico di formatore nel Collegio internazionaleSeraphicum e insegna Storia della Chiesa contemporanea presso la Pontificia Facoltà Teologica “San Bonaventura”.

Dopo lo studio di Teologia a Ljubljana, si trasferisce a Roma dove consegue, nel 2013, il dottorato alla Facoltà di Storia e Beni culturali della Chiesa, presso la Pontificia Università Gregoriana.

Proprio con questo testo fra Salmič ha vinto, l’anno scorso, il prestigioso Premio “Bellarmino” della Pontificia Università Gregoriana.

Ti potrebbe interessare