L'abate di Wettingen-Mehrerau: dopo 10 anni di lavoro mi ritiro come Benedetto XVI

Dom Anselm van der Linde
Foto: www.mehrerau.at
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

La notizia è del 12 luglio, l’ abate della Abbazia Wettingen-Mehrerau Anselm van der Linde si dimette dopo circa 10 anni di lavoro intenso dedito al recupero della comunità scossa negli anni passati dalla piaga degli abusi sessuali.

Dieci anni impegnativi e forse anche un po’ contro corrente vissuti però in collaborazione con la diocesi di Bregenz, in Austria sul lago di Costanza.

Così ora, sulle orme di Papa Benedetto XVI, scrive l’ abate stesso in un comunicato ufficiale, il cistercense a 47 anni si ritira dal suo incarico.

"In ascolto di Dio” ha riconosciuto che era giunto il momento di passare la mano della gestione di Mehrerauer.

Oggi Papa Francesco ha accettato ufficialmente la rinuncia e fino all'elezione di un nuovo abate ha ancora de jure la responsabilità della abbazia.

L'abate Anselm ha ripensato al "momento molto difficile" quando ha assunto l'abbazia nel 2009 a dovuto affrontare lo scandalo degli abusi sessuali che “ha scosso non solo me personalmente, ma anche la nostra famiglia, anzi la Chiesa d'Austria e oltre” ha detto l’ Abate parlato di "eventi vergognosi e imperdonabili" che gli sono costati una  "incredibile forza ed energia”. Le crisi sono ovviamente sempre opportunità e così sono state create regole comportamentali e di gestione chiare, insieme con esperti esterni  che sono stati per la scuola e il collegio dell'abbazia un nuovo sviluppo.

L'abate  ha ricordato la riapertura della scuola religiosa Collegium Bernardi con la possibilità di accesso  alle ragazze, la creazione di una scuola elementare, etc.

Altro capitolo quello economico. Uno dei suoi compiti principali, secondo van der Linde, era quello di creare una base economicamente valida e sostenibile per la comunità monastica. L’incendio della storica falegnameria, e altre vicende avevano messo il monastero in crisi, ora la situazione grazie al rapporto con la diocesi è stata risanata.

 Oltre al suo lavoro nella vicina Bregenz van der Linde è stato anche un membro del Consiglio Generale della Congregazione cistercense e quindi responsabile per un totale di 21 monasteri cistercensi e cistercensi in Austria, Germania, Svizzera, Italia, Stati Uniti, Repubblica Ceca e Slovenia.

Questo compito internazionale, assegnato automaticamente all'abate di Mehrerau, richiedeva "innumerevoli viaggi" e imponeva grandi responsabilità ai singoli monasteri. Negli ultimi anni, due monasteri avrebbero dovuto essere chiusi, compreso l'insediamento, la vendita di proprietà, la riorganizzazione delle comunità monastiche, ricordato all'abate.

Anselm van der Linde non ha annunciato ulteriori piani.  Anselm van der Linde è nato il 24 settembre 1970 a Roodepoort, in Sud Africa. Dal 1989 al 1991, ha studiato scienze politiche all'Università di Pretoria e dal 1989 al 1992 come dipendente presso il Ministero degli Affari Esteri della Repubblica del Sud Africa.

Nell'agosto del 1994, van der Linde è arrivato all'Abbazia di Mehrerau. Dopo un anno come studente di filosofia nel monastero svizzero Einsiedeln, ha iniziato a studiare teologia all'Angelicum di Roma. Nel 1999 è stato ordinato sacerdote dal vescovo Klaus Küng. Nel 2005 ha conseguito la licenza in diritto di chiesa presso l'Angelicum ed è stato nominato consigliere ecclesiastico della diocesi di Feldkirch. Nel 2006 è stato nominato segretario della Congregazione cistercense di Mehrerauer. Nel 2009, l'abbazia di Mehrerau lo ha eletto coms successore di Kassian Lauterer.

L’abbazia territoriale Wettingen-Mehrerau ha una lunga storia. All’inizio del 1227, l'istituzione di uno Zisterzienerklosters si trovava a Wettingen, nel cantone svizzero di Argovia. La vita religiosa nell'ex monastero chiamato "Stella Maris” è iniziato con un abate e dodici monaci cistercensi del monastero di Salem sul Lago di Costanza.

Arrivando ai tempi moderni. Nel 1919, il monastero si allarga sul lato tedesco con il vicino Castello di Maurach, nel 1923 il sanatorio di Mehrerau divenne ospedale. Inoltre, il monastero gestiva una falegnameria per l'arredamento e l'interior design.

Ti potrebbe interessare