L'Acr invita al Convegno Educatori: "I piccoli sono strumento dei desideri di DIo"

Il logo dell'evento
Foto: Azione Cattolica
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

“Siamo certi che i piccoli possono essere vero strumento della volontà e dei desideri di Dio, se accompagnati e curati da adulti attenti e capaci di custodire la profondità del loro cuore”. E’ la posizione dell’Azione Cattolica dei Ragazzi, che propone il prossimo “Convegno Educatori” sul tema: “All’altezza del loro cuore – Con i piccoli trasfigurare l’umanità e abitare la città”, che si svolgerà a Roma, presso la Domus Pacis, da venerdì 11 a domenica 13 dicembre.

“Mettersi a servizio dei piccoli chiede a noi adulti di trovare dei momenti per fermarsi e formarsi – scrivono in una nota Teresa Borrelli e don Marco Ghiazza, responsabile nazionale e assistente centrale dell’Acr -, con lo scopo di imparare ad osservarli e a vederli crescere, cercando di scorgere i desideri più veri e più alti che abitano il loro cuore, permettendo loro di realizzarli e di scoprirsi protagonisti degli ambiti che vivono”.

Il Convegno, ce avrà sullo sfondo la figura di santità di Antonietta Meo, detta Nennolina, sarà un’occasione utile per confrontarsi e per aggiornarsi, scoprendo gli spazi di protagonismo per i più piccoli nella Chiesa, nella famiglia, nella custodia dell’ambiente e nella partecipazione alla vita della città.

“Il Convegno si inserisce in un momento particolarmente fecondo per la Chiesa – spiegano i dirigenti nazionali Acr -, con le conclusioni del Sinodo dei Vescovi sulla famiglia, che aprirà nuovi spazi di riflessione per le attenzioni pastorali, e con le indicazioni del Convegno Ecclesiale di Firenze, che per la Chiesa Italiana rappresenta un momento alto e bello di confronto, riflessione e slancio missionario. Vogliamo partire proprio da questi due eventi per delineare lo spazio e il tempo dei piccoli nella Chiesa e nel mondo, illuminati da alcuni ambiti della Dottrina Sociale della Chiesa (la famiglia, la salvaguardia del Creato e la partecipazione alla vita democratica)”.

Ti potrebbe interessare