L'ACR per il protagonismo dei piccoli e dei poveri

L'Acr ricevuta dal papa
Foto: Sito Ufficiale
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

E’ partito dai “piccoli e i poveri”, che sono i “protagonisti del rinnovamento della Chiesa” il seminario dell’Azione Cattolica dei Ragazzi, “Avanti il Prossimo”, che si è svolto ad Ancona nei giorni scorsi. L’appuntamento, spiegano dall’ACR, “si inserisce nel percorso di riflessione triennale che l’Azione Cattolica dei Ragazzi ha scelto di portare avanti mettendo al centro del dibattito il protagonismo dei piccoli nella Chiesa e nel Paese, e segue l’appuntamento dello scorso novembre dedicato ai venticinque anni della “Convenzione dei diritti dei fanciulli” e alle sue odierne criticità e debolezze sul piano sociale ed educativo. Con l’intento, evidenziato con la pubblicazione del volume “Prima i Piccoli” (Editrice Ave), di sottolineare il protagonismo dei ragazzi, la possibilità che essi possano essere pienamente apostoli nelle loro comunità, contribuendo a costruire città più belle e accoglienti”.


Una la “una questione centrale, e non solo per il momento storico che tutti, piccoli e grandi, siamo chiamati a vivere: la povertà, intesa nei suoi più ampi e complessi significati”, spiegano ancora gli organizzatori. A partire da una lettura puntuale dell’esortazione di Francesco Evangelii Gaudium, l’Acr ha riflettuto “sulle diverse forme di povertà che i nostri ragazzi si trovano ad affrontare – siano esse materiali/economiche, socio culturali, emotive/relazionali”, provando “a capire come queste situazioni possano essere “arricchite” dagli stessi ragazzi, dal contributo che ciascuno di loro può offrire. Affinché i nostri piccoli siano intesi come ricchezza per la nostra società. Un patrimonio attivo e capace di portare speranza”.

I lavori hanno preso il via con il saluto del cardinale Edoardo Menichelli, arcivescovo di Ancona-Osimo; si sono succeduti gli interventi di don Davide Arcangeli su “Il paradosso della povertà nella Sacra Scrittura” e di don Francesco Antonio Soddu, direttore di Caritas Italiana, su “Il paradosso della povertà oggi”. Interessante il tema della Tavola rotonda “Che non ci siano poveri presso di te (Dt 15,14). L’impegno della Chiesa e dell’Ac per combattere le povertà”, cui hanno partecipato Gianpiero Dalla Zuanna, senatore e docente di Scienze statistiche, Alessandro Ricci, psicologo e psicoterapeuta, docente all’UPS, Giuseppe Savagnone, direttore dell’Ufficio diocesano per la Pastorale della cultura di Palermo. Coordina: Annachiara Valle, giornalista di Famiglia Cristiana. Le conclusioni del seminario sono state affidate ad Anna Teresa Borrelli, responsabile nazionale dell’Azione Cattolica dei Ragazzi.

Ti potrebbe interessare