L'arcidiocesi di Kaduna in Nigeria annuncia la morte del sacerdote rapito a marzo

Era stato rapito da banditi in seguito a un attacco alla parrocchia cattolica di San Giovanni

Padre Joseph Akete Bako
Foto: pd
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

L'arcidiocesi di Kaduna ha annunciato  l'11 maggio che padre Joseph Akete Bako è morto più di un mese dopo essere stato sequestrato l'8 marzo, come riferisce ha riferito ACI Africa.

Padre Christian Okewu Emmanuel, Cancelliere dell'arcidiocesi, ha detto: “È con il cuore pesante, ma con totale sottomissione alla volontà di Dio, che annunciamo la morte del Rev. P. Joseph Aketeh Bako, avvenuta nelle mani dei suoi rapitori tra il 18 e il 20 aprile 2022”.

"Le circostanze che hanno portato alla sua morte e la data dell'incidente sono state attentamente verificate, da qui questa comunicazione in questo momento".

Bako, 48 anni, è stato rapito da banditi in seguito a un attacco alla parrocchia cattolica di San Giovanni, dove prestava il suo servizio.

Prima dell'annuncio dell'arcidiocesi, c'erano notizie contrastanti sul destino del sacerdote, con alcune fonti che indicavano che Bako, che soffriva di problemi di salute, era stato torturato a morte.

Ad aprile, padre Emmanuel Anyanwu, vice parroco della parrocchia cattolica di San Giovanni, ha detto all'associazione di beneficenza Aid to the Church in Need che Bako “ ha sofferto molto prima della sua morte".

“E' stato torturato perché lo stavano costringendo a pagare un'enorme somma di riscatto per il suo rilascio. In questo caso, ci sono state torture fisiche e percosse che gli hanno causato enormi quantità di dolore e agonia”, ha detto Anyanwu.

Ha aggiunto: "A causa dei suoi fragili problemi di salute, non è riuscito a sopravvivere alla tortura".

Ma padre Anthony Shawuya, vicedirettore del Catholic Media Service Center nell'arcidiocesi di Kaduna, ha dichiarato ad ACI Africa in un'intervista del 4 maggio di non aver ricevuto aggiornamenti sulle condizioni del sacerdote.

"Ci sono stati negoziati e sforzi per il suo rilascio, ma nessuna notizia su ciò che gli è successo", ha detto Shawuya.

In un'intervista ad ACI Africa poco dopo il rapimento, un sacerdote che ha chiesto di rimanere anonimo ha fornito dettagli sull'accaduto.

“Padre Joseph Akete è stato rapito con il fratello minore che lo ha visitato. Il rapimento è avvenuto intorno all'01:30. Purtroppo, la sua guardia di sicurezza è stata uccisa", ha detto il sacerdote nell'intervista dell'8 marzo.

Nella sua dichiarazione dell'11 maggio, il cancelliere dell'arcidiocesi di Kaduna ha espresso le "più profonde condoglianze" dell'arcivescovo Matthew Man-oso Ndagoso alla famiglia di Bako.

L'organizzazione del funerale sarà annunciata "non appena saranno pronti", ha detto padre Okewu.

Ha aggiunto: "Continuate gentilmente a pregare per il suo pacifico riposo e per la consolazione della comunità cristiana in lutto nell'arcidiocesi di Kaduna".

Ti potrebbe interessare