Le "Madonnelle Romane". La Madonna della purità con gigli e cuori

Le "Madonnelle Romane" accompagnano da secoli cittadini di Roma e turisti lungo le vie della Capitale. Oggi siamo con la Madonna della Purità Rione Colonna

Madonna della purità
Foto: libro "Madonnelle romane e religiosità popolare", edito da Romana Società Editrice
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Le "Madonnelle Romane" accompagnano da secoli cittadini di Roma e turisti lungo le vie della Capitale.

"O Madonnelle" romane dei secc. XIV-XX sono state raccolte e studiate in particolare nel libro "Madonnelle romane e religiosità popolare", edito da Romana Società Editrice, in occasione della mostra mariana in San Michele a Ripa Grande del 1991. Il volume contiene 75 illustrazioni riproducenti altrettante Edicole romane scelte tra quelle di carattere devozionale, miracoloso, artistico, storico e tecnico.

Oggi siamo a Piazza di Pietra nel Rione Colonna di Roma. Questa delicata immagine mariana, racchiusa in una modanata e spessa cornice in stucco, sovrasta l'ingresso di un palazzo dalle "sobrie linee settecentesche", sito in piazza di Pietra, che deriva tale nome dalla presenza degli imponenti resti dell'Hadrianeum, detto "Tempio di Nettuno".

Indicata come "Annunciazione" nel catalogo della mostra Edicole sacre romane", l'affresco raffigura la Madonna della Purità e tale titolo è evidenziato dai simboli che l'immagine regge nelle mani: il giglio e il cuore.

Secondo il volume questa effigie è databile intorno alla metà del XVIII secolo e per il Parsi rivela la mano di "un abile artista". Il recente restauro del palazzo, di proprietà privata, ha messo in risalto la soave delicatezza dei tratti che la caratterizza.

 

Ti potrebbe interessare