Lecce, Mondovì, Gubbio e Vilnius, nuovi vescovi nominati dal Papa

Papa Francesco
Foto: Aci Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Tre nuovi vescovi in Italia nominati oggi da Papa Francesco per le diocesi di Lecce, Mondovì e Gubbio e Vilniuis.

A Lecce Domenico D’Ambrosio lascia il suo incarico e arriva Mons. Michele Seccia, trasferendolo  da Teramo- Atri. Seccia è nato a Barletta, in provincia di Bari, nell’arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie, il 6 giugno 1951. Ha compiuto gli studi nel Seminario diocesano di Bisceglie ed in quello Regionale di Molfetta. Ha ottenuto il Baccalaureato in Filosofia e Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana, la Licenza in Teologia Morale presso l’”Alfonsianum” e la Laurea in Filosofia presso l’Università Statale “La Sapienza” di Roma.

È stato ordinato sacerdote il 26 novembre 1977 per l’arcidiocesi di Trani-Barletta- Bisceglie.

Dopo l’ordinazione sacerdotale, parroco, direttore dell’Ufficio Catechistico e docente di Teologia Morale all’Istituto Superiore di Scienze Religiose. Eletto alla sede di San Severo il 20 giugno 1997, ha ricevuto l’ordinazione episcopale l’8 settembre successivo. In seno alla Conferenza Episcopale Italiana è stato Membro della Commissione Episcopale per l’Educazione Cattolica, la Scuola e l’Università.

Il 24 giugno 2006 è stato trasferito alla sede abruzzese di Teramo-Atri.

Mondovì saluta monsignor Luciano Pacomio ed accoglie Egidio Miragoli, del clero della diocesi di Lodi, finora Parroco della parrocchia di Santa Francesca Cabrini, in Lodi, Giudice del tribunale Ecclesiastico Regionale Lombardo e Docente di Diritto Canonico. Nato a Gradella di Pandino il 20 luglio 1955,

alunno del Seminario Diocesano di Lodi,  ha frequentato la Pontificia Università Gregoriana, dove ha conseguito il Dottorato in Diritto Canonico. È esperto del Sacramento della Penitenza.

È stato ordinato Sacerdote il 23 giugno 1979, è stato difensore del vincolo del Tribunale Diocesano dal 1985 al 2003; Promotore di Giustizia dal 1988 al 2003; Direttore dell’Istituto Sacerdotale Maria Santissima Immacolata e San Pio X dal 1990 al 2004; Docente di Diritto Canonico negli Studi Teologici Riuniti dei Seminari di Crema-Cremona-Lodi- Vigevano dal 1982. È tra i fondatori e Membro del Consiglio di redazione della rivista di Quaderni di Diritto Ecclesiale sulla quale ha pubblicato diversi contributi e il “Il Sacramento della Penitenza” nel 2015.

Infine a Gubbio il Papa ha accettato la rinuncia di  Mario Ceccobelli e nominato Luciano Paolucci Bedini, del clero dell’arcidiocesi metropolitana di Ancona- Osimo, finora Rettore del Pontificio Seminario Regionale Pio XI, di Ancona.

Paolucci Bedini è nato a Jesi, il 30 agosto 1968, Il 30 settembre 1995 viene ordinato sacerdote dall’Arcivescovo di Ancona-Osimo, ha lavorato come vice parroco e Direttore dell’ Ufficio Catechistico Diocesano è stato Vice Rettore del Pontificio Seminario Regionale “Pio XI” di Ancona dal 2004 al 2010, è stato Assistente Ecclesiastico Regionale dell’AGESCI dal 2005 al 2010, e dal 2010 è Rettore del Pontificio Seminario Regionale di Ancona e Membro della Commissione Presbiterale Regionale. È autore di pubblicazioni di carattere catechetico.

Nomina anche a Vilnius dove il Papa ha scelto come vescovo ausiliare Darius Trijonis del clero della diocesi di Telšiai, attualmente Amministratore parrocchiale della Cattedrale di Telšiai, assegnandogli la sede titolare vescovile di Fissiana. Nato a Telšiai, città episcopale, il 21 aprile 1973, ha studiato a Roma ed ha ottenuto la Licenza in Teologia presso la Pontificia Università Lateranense. Ha studiato presso l’Istituto Superiore di Teologia Morale, Accademia Alfonsiana, e ha conseguito il Dottorato in Teologia Morale. Tra i suoi incarichi anche quello di Prefetto agli Studi del Seminario diocesano, nel 2015 è stato nominato Amministratore della Cattedrale di Telšiai.

Ti potrebbe interessare