L’Inghilterra è dote di Maria. Papa Francesco: “Condividiamo la gioia del Vangelo”

Lo scorso 29 marzo, con varie restrizioni dovuta all’emergenza coronavirus, l’inghilterra è stata ri-dedicata come dote di Maria. Il messaggio di Papa Francesco

Un momento della ri-dedicazione dell'Inghilterra come dote di Maria, Walsingham, 29 marzo 2020
Foto: EWTN Ireland
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

L’Inghilterra è stata dedicata di nuovo alla Madonna, e Papa Francesco, in un messaggio a suo nome inviato dal Cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato vaticano, ha pregato che questo atto “ci ispiri tutti a perseverare nell’urgente compito di condividere la gioia del Vangelo con gli uomini e le donne del nostro tempo”.

La riò-dedicazione è avvenuta lo scorso 29 marzo, al termine di un percorso che partiva da lontano. Il 12 febbraio, al termine dell’udienza generale, Papa Francesco aveva benedetto una immagine di Nostra Signora di Walsingham, il più importante santuario mariano di Inghilterra, meta di pellegrinaggi da parte sia di cattolici che di anglicani. È a Walsingham che si è celebrata, in maniera molto ristretta per via della pandemia in corso, la celebrazione di ridedicazione

Mentre vi impegniate a portare testimonianza della bellezza della fede cattolica, di promuovere unità tra i cristiani e di diffondere l’amore di Gesù verso i più poveri tra i nostri fratelli e sorelle – prosegue il messaggio del cardinale Parolin – il Papa vi incoraggia a trarre saggezza e forza dall’esempio e grazie all’intercessione dei molti confessori e martiri della nazione”.

Secondo il sito del santuario di Walsingham, la ri-dedicazione arriva in un tempo opportuno, perché “nel mezzo dell’attuale sconcerto e paura, in cui molti sono fortemente scossi o impauriti, guardiamo ancora una volta a colei che Dio ha chiamato Madre, cercando la sua guida e protezione”.

L’Inghilterra è stata per la prima volta consacrata a Maria da Re Riccardo II nel 1381, il quale alle Vergine protezione di fronte alle rivolte politiche. Fu quella la prima volta in cui l’Inghilterra si fregiò del titolo di “Dote di Maria”, che significa che la nazione è stata messa da parte come un regalo di Maria.

“Come re Riccardo II una volta diede in dono l’Inghilterra alla Nostra Signora – proseguono i responsabili del santuario – così noi siamo chiamati a darci come a lei come popolo della nazione”.

Era previsto un triduo di preparazione alla ri-dedicazione, ma è stato annullato, e il santuario ha piuttosto chiesto ai pellegrini di pregare privatamente nelle loro zone e non viaggiare verso Walsingham.

L’immagine di Nostra Signora di Walsingham benedetta da Papa Francesco il 12 febbraio si trova nella basilica ed è stata in pellegrinaggio fino a Roma, per poi tornare in Inghilterra. Dopo la ri-dedicazione, è previsto continui il suo viaggio in ogni parrocchia di Inghilterra.

Il santuario di Walsingham,è stato fondato quasi mille anni fa. È uno dei più antichi santuari dedicati a Maria, ed è stato tra i siti cristiani più visitati del mondo insieme a Gerusalemme, Roma e Compostela.

A seguito della Riforma, il santuario fu distrutto nel XVI secolo, interrompendo una tradizione di pellegrinaggi che risaliva al Medio Evo, e che aveva percorsi che partivano da Ely, Nowich e Kings Lynn, dove i pellegrini dall’Europa sbarcavano per poi camminare a piedi per circa 40 chilometri fino al santuario.

Ti potrebbe interessare