Luigi e Maria Beltrame Quattrocchi, patroni del X Incontro mondiale delle Famiglie

Le lettera del cardinale Vicario di Roma Angelo De Donatis

Luigi e Maria Beltrame Quattrocchi
Foto: www.enrichettamestolinodidio.it
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

"Con grande gioia vi annuncio, in accordo con il Dicastero per i Laici la Famiglia e la Vita, che i Beati coniugi Luigi e Maria Beltrame Quattrocchi saranno i patroni del X Incontro Mondiale delle Famiglie, che avrà luogo a Roma dal 22 al 26 giugno 2022". Lo scrive in una lettera alla diocesi il Cardinale Vicario Angelo De Donatis in preparazione al Meeting che si apre il 22 giugno. 

"I coniugi Beltrame Quattrocchi - scrive il cardinale- furono la prima coppia di sposi beatificata dalla Chiesa Cattolica, il 21 ottobre 2001, sotto il pontificato di Giovanni Paolo II nella Basilica di San Pietro, alla presenza dei figli Tarcisio, Paolo ed Enrichetta. La vicenda dell'intera famiglia, che trascorse a Roma la maggior parte della propria vita, appare ancora oggi come un'autentica, credibile e attuale testimonianza di amore coniugale. Il loro matrimonio, celebrato il 25 novembre del 1905 nella Basilica di Santa Maria Maggiore, fu vissuto in un costante cammino di crescita spirituale.

Nella loro unione sponsale, Luigi e Maria accolsero con fiducia e con gioia il grande dono della vita. Furono infatti quattro i figli che allietarono il loro matrimonio e che i due coniugi, animati da una fede viva, educarono al Vangelo sin dalla più tenera età. I primi tre abbracciarono la vita consacrata: Filippo divenne monaco benedettino con il nome di don Tarcisio; Stefania entrò al Monastero delle Benedettine del Santissimo Sacramento di Milano e prese il nome di suor Cecilia; e Cesare, che si fece Padre Trappista con il nome di Paolino, è candidato agli onori degli altari.

L'ultimogenita Enrichetta, laica consacrata, dichiarata Venerabile da Papa Francesco il 30 agosto 2021, trascorse la sua vita sempre al fianco dei genitori, in perseverante preghiera, consacrandosi al Signore nel servizio al prossimo.

Ai coniugi Beltrame Quattrocchi va anche il merito di aver creato la prima esperienza di itinerari vocazionali che aiutassero i giovani a comprendere la bellezza e l'importanza del Sacramento del Matrimonio oppure ad orientarli verso la scelta della vita consacrata. Furono di fatto gli iniziatori della Pastorale Familiare nella Diocesi di Roma.

Vi esorto a cogliere l'esempio e la testimonianza della famiglia Beltrame Quattrocchi, che incarna il tema del prossimo Incontro Mondiale delle Famiglie, "L'amore familiare, vocazione e via di santità". Edificati dalla loro testimonianza di fede, affidiamo ai beati Luigi e Maria tutte le famiglie del mondo, soprattutto quelle ferite e in difficoltà, provate dalla povertà, dalla malattia e dalla guerra. Alla loro intercessione affidiamo la preparazione e lo svolgimento dell'Incontro e i copiosi frutti spirituali che il Signore, attraverso questo evento ecclesiale, vorrà elargire.

La Madonna del Divino Amore, presso il cui Santuario riposano le spoglie dei Beati, vegli sulle famiglie del mondo con la premura e la tenerezza con cui ha vegliato sulla Famiglia di Nazareth".

Ti potrebbe interessare