Lund, il cardinale Arborelius chiarisce che non ci sarà una "messa comune" con i luterani

Un momento della conferenza stampa di presentazione a sinistra il parroco cattolico di Lund, Padre Piltz, a seguire la cappellano della cattedrale e i
Foto: www.skd.se
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

“Noi cattolici siamo molto felici della generosità dimostrata dalla parrocchia della Cattedrale luterana”.

E’ stato questo il commento ufficiale del parroco P Johan Lindén OP della parrocchia cattolica di San Tomas a Lund in Svezia.

La notizia di un paio di giorni fa, nella cattedrale di Lund dove nel 2016 il Papa ha celebrato i vespri con la Federazione Luterana mondiale per l’anniversario della Riforma protestante si torna a celebrare la messa cattolica.

Certo il motivo è che la parrocchia cattolica di Lund deve fare dei grandi lavori di ristrutturazione  e la parrocchia della Chiesa di Svezia della cattedrale offre ospitalità. Non è un caso unico in Svezia. A Visby per esempio la messa cattolica è stata ospitata ogni domenica nella cattedrale protestante, durante la ricostruzione della parrochia cattolica, ma stavolta la motivazione va oltre la praticità.

P. Johan Linden il parroco  dice: “Se me l’avessi detto tre anni fa non ci avrei creduto. Ma dal 2016 celebriamo i vespri insieme ogni due settimane. Tre anni fa non ci conoscevamo così bene personalmente e forse c'era anche dello scetticisimo tra le nostre tradizioni.

Padre Linden spiega che dopo la vista del Papa la sentono come una “missione”  quella di  continuare i nostri sforzi di unione sulla scia del documento “Da conflitto a comunione”:

“Insieme cercheremo di adottare la prospettiva ecumenica (preghiera in comune, diaconia, collaborazione musicale ecc.). Sia noi che la parrocchia della Cattedrale speriamo e crediamo che vivendo insieme più di prima, troveremo nuovi modi di testimoniare insieme il nostro battesimo e il Vangelo. Noi cattolici siamo convinti che possiamo approfondire la conoscenza reciproca; che il Vero, il Buono e il Bello si trova anche in chi non è cattolico, e che possiamo crescere in santità adattando e venerando quello che, nel nostro caso, si trova nella parrocchia della Cattedrale di Lund. E c’è comunque chiarezza sulle differenze”.

Da parte sua P Anders Piltz, domenicano e intellettuale dice: "Stiamo costruendo un ponte, ma non è facile superare 500 anni di sospetti e caricature reciproci”.

Anche i due vescovi, il cardinale Arborelius e il vescovo di Lund Johan Tyrberg hanno dichiarato la loro soddisfazione e il loro impegno che non va confuso con una “messa congiunta”.  “Noi vescovi - si legge in una nota- siamo grati di questa possibilità che ci ha dato la Provvidenza di manifestare la nostra unità. La comunità cattolica di Lund celebrerà per un periodo la sua messa domenicale e le grandi solennità nella cattedrale. Non celebrerà la messa (l’eucaristia) insieme alla parrocchia cattolica, e non si praticherà intercomunioneMa il battesimo, la Parola, il Credo, la preghiera e il servizio è il nostro tesoro comune”.

Ti potrebbe interessare