Migrantes compie 30 anni e celebra con 5 volumi di racconti

I Volumi
Foto: Migrantes
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

In occasione dei 30 anni della Fondazione Migrantes e degli oltre 50 dell’UCEI , Ufficio Centrale Emigrazione Italiana,  l’ 11 maggio 2018 si terrà presso la sede della Fondazione Migrantes a Roma la presentazione dell’opera, in cinque volumi, di Simone Varisco sulla storia della pastorale migratoria UCEI/Migrantes, intitolata “Impronte e scie. 50 anni di Migrantes e migranti”.


L’articolazione in cinque volumi segue la scansione dei settori pastorali tradizionalmente di competenza dell’UCEI/Migrantes: emigrazione italiana all’estero, rom e sinti, circensi e gente dello spettacolo viaggiante, immigrazione straniera e profughi in Italia. Precede i volumi un testo istituzionale.


Un cammino attraverso cinquant’anni di pastorale, dai documenti d’archivio ai tweet di papa Francesco, che attinge alla memoria storica e al magistero pontificio e della Chiesa in Italia. Ciò allo scopo di evidenziare il carattere di coralità che per tradizione appartiene non soltanto all’operato dell’UCEI prima e della Fondazione Migrantes poi, ma anche all’approccio dell’intera Chiesa alle diverse forme della mobilità umana.

Alla giornata interverranno S.E. Mons. Guerino Di Tora, Vescovo Ausiliare di Roma e Presidente della Commissione Cei per le Migrazioni e della Fondazione Migrantes che porterà i saluti dell’organismo pastorale della Cei; il Dott. Simone Varisco della Fondazione Migrantes ed autore della ricerca, che presenterà il lavoro svolto; S.E. Mons. Gian Carlo Perego, Arcivescovo di Ferrara-Comacchio e già Direttore generale della Fondazione Migrantes che si soffermerà sull’impegno dell’organismo pastorale della Cei nella storia; Mons. Silvano Ridolfi con una relazione sul passaggio dall’Ucei alla Migrantes e S.E. Mons. Nunzio Galantino, Segretario Generale della CEI che si soffermerà sull’attenzione della Chiesa in Italia alla mobilità oggi.

I lavori saranno conclusi dal Direttore generale della Fondazione Migrantes, Don Giovanni De Robertis.

 

Ti potrebbe interessare