Milano, all'Idroscalo riapre la chiesetta della "Madonna del Lago"

Domenica 18 aprile, alle 12, monsignor Franco Agnesi, Vicario generale dell’Arcidiocesi di Milano, celebrerà una Santa Messa per la riapertura al culto dell’edificio sacro all'Idroscalo di Milano

Idroscalo Milano
Foto: Chiesa di Milano
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Domenica 18 aprile, alle 12, monsignor Franco Agnesi, Vicario generale dell’Arcidiocesi di Milano, celebrerà una Santa Messa per la riapertura al culto dell’edificio sacro all'Idroscalo di Milano, la chiesetta della "Madonna del lago".

Al fianco del vescovo ci saranno don Norberto Brigatti, prevosto di Segrate, e don Massimo Pavanello, responsabile della Pastorale del turismo per la Chiesa ambrosiana.

Proprio don Pavanello sul sito della Chiesa di Milano racconta di questa chiesetta nel 2012: "In un giorno feriale, di primo pomeriggio, ho fatto un giretto all’Idroscalo, il “Mare di Milano” nei pressi dell’aeroporto di Linate. Entrato dalla Porta Est mi incuriosisce un totem informativo che, tra l’altro, recava la dicitura “Chiesetta”. Cammino lungo la sponda d’acqua per una ventina di minuti, ma non trovo la mia mèta. Torno indietro. La chiesetta si trova infatti sulla destra dell’ingresso. A parte questa comunicazione equivoca, il piccolo edificio è ben situato: non lontano dall’accesso principale, ma sufficientemente appartato per godere di quiete".

La Chiesa di Milano rassicura che il nuovo trend turistico, intercettato dall’Ente pubblico, e la disponibilità della comunità cattolica di Segrate, hanno recentemente "riacceso la speranza di vedere la chiesetta funzionare secondo lo scopo per cui era stata edificata".

Si legge ancora sul sito: "L’intenzione dei soggetti coinvolti è quella di promuovere iniziative, in linea con l’originale missione del fabbricato religioso, per tornare a costruire l’identità di questo angolo nel parco. Nel periodo estivo, per esempio, saranno garantite alcune celebrazioni eucaristiche nei giorni di festa. Ma anche realtà associative – già presenti in loco o esterne, come oratori, gruppi Scout, Comunità Laudato si’, ecc – potranno utilizzare questo spazio per proporre momenti di riflessione e di vita comune. La chiesetta dell’Idroscalo, infatti, favorisce una permeabilità tra dentro e fuori. È una cappella nel prato, con una porta scorrevole che si apre sul verde. Ciò crea un unicum con l’ambiente esterno, pur garantendo quiete e riservatezza".

La celebrazione di domenica 18 aprile, alla presenza contingentata di fedeli, si svolgerà nel rispetto delle normative prudenziali del momento, fa sapere la Diocesi.

 

Ti potrebbe interessare