Milioni di polacchi alle processioni del Corpus Domini

Corpus Domini Polonia
Foto: Conferenza episcopale polacca
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Giovedì scorso, nelle chiese di tutta la Polonia è stata celebrata la cerimonia del Corpus Domini. Milioni di polacchi hanno partecipato alle processioni, esprimendo pubblicamente la loro fede e la loro devozione alle belle tradizioni polacche, come mostrato nei social media su #Procesja.

Le processioni di quest'anno sono state l'occasione per ricordare le parole di San Giovanni Paolo II pronunciate 40 anni fa durante il suo primo pellegrinaggio in Polonia: "Non si può infatti comprendere l’uomo fino in fondo senza Cristo”. O piuttosto, l’uomo non è capace di comprendere se stesso fino in fondo senza Cristo".

"Come la manna per il popolo d'Israele, l'Eucaristia è un alimento necessario per ogni cristiano, di cui si nutre camminando nel deserto di questo mondo", ha detto l'arcivescovo Stanisław Gądecki, presidente della Conferenza episcopale polacca.

"Questa è una confessione pubblica di fede nella presenza di Cristo nel Santissimo Sacramento dell'altare, e poi nella presenza di Gesù Cristo nella nostra vita quotidiana umana, che confessiamo anche attraverso le processioni del Corpus Domini. – Ha sottolineato nella sua omelia a Gniezno il primate di Polonia, l'arcivescovo Wojciech Polak.

I partecipanti alle processioni hanno postato foto con hashtag #Procesja su Facebook e Twitter. "I social media possono aiutare a raggiungere milioni di persone con il messaggio evangelico. - ha detto rev. Paweł Rytel Andrianik, portavoce della Conferenza episcopale polacca.

Molti utenti di Internet hanno preso parte a questa iniziativa, permettendo ad altri di seguire facilmente le celebrazioni del Corpus Christi in tutta la Polonia. Basta solo digitare #Procesja su Twitter o Facebook.

Ti potrebbe interessare