Nigeria: uccisi due sacerdoti in due attacchi separati

Nel weekend doppio attacco in Nigeria

Uno dei sacerdoti uccisi
Foto: ACI Africa / CBCN
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Due sacerdoti cattolici sono stati uccisi in attacchi separati nelle rispettive diocesi nigeriane durante il fine settimana, uno nell'arcidiocesi di Kaduna sabato 25 giugno e l'altro nella diocesi di Auchi domenica 26 giugno.

All'età di 50 anni, p. Vitus Borogo è stato ucciso sabato 25 giugno nella Prison Farm di Kaduna quando i "terroristi" hanno fatto irruzione nella fattoria. Nel frattempo, il 41enne p. Cristoforo Odia è stato ucciso dopo essere stato rapito domenica mattina, 26 giugno, mentre lasciava la sua residenza parrocchiale per andare alla Santa Messa.

In un comunicato condiviso con ACI Africa lo scorso 26 giugno, il Cancelliere dell'arcidiocesi di Kaduna annuncia la morte di p. Borogo, fornisce dettagli su dove è stato ucciso e trasmette il messaggio di cordoglio dell'Ordinario locale della Sede Metropolitana nigeriana, l'arcivescovo Matthew Man-Oso Ndagoso.

“È con il cuore pesante, ma con totale sottomissione alla volontà di Dio che annunciamo la morte del rev. p. Vito Borogo”, afferma p. Christian Okewu Emmanuel nella sua dichiarazione del 25 giugno, aggiungendo che "il triste evento ha avuto luogo oggi, a Prison Farm, Kujama, lungo Kaduna-Kachia Road, dopo un'incursione nella fattoria da parte di terroristi".

Sul defunto sacerdote cattolico dice: “Fino alla sua morte, p. Vitus (50 anni) era il cappellano della comunità cattolica del Kaduna State Polytechnic e il presidente della Nigerian Catholic Diocesan Priests Association (NCDPA), capitolo di Kaduna.

Ti potrebbe interessare