Non solo canzonette. A Sanremo, il primo festival della canzone cristiana

Alla tradizionale kermesse sanremese si aggiunge ora il Festival della Canzone Cristiana. Fabrizio Venturi, direttore artistico del Festival, ci spiega come nasce l’iniziativa

Il logo
Foto: sito ufficiale
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Non solo teatro del Festival della canzone italiana, ma anche del Festival della canzone cristiana. A fianco del tradizionale appuntamento di Sanremo si aggiunge il Festival della Canzone Cristiana, o meglio della Christian Music. Il primo appuntamento di questo festival si terrà dal 3 al 5 febbraio, nell’Auditorium di Villa Santa Clotilde – Opera Don Orione. L'intento è quello di mostrare come si possa realizzare un connubio creativo tra la canzone e la fede e tra la canzone e la lode a Dio. Fabrizio Venturi, cantautore toscano, sostenitore della Fondazione Raphael del vescovo Giovanni D’Ercole, ha dato vita al progetto del Christian Music Festival e ne è il direttore artistico. Ad ACI Stampa spiega la genesi del festival.


Come è nata l’idea di un Festival della canzone cristiana?

L’idea di provare a realizzare un vero Festival della Christian Music mi è venuta due anni fa quando a Sanremo celebrai il centenario di Giovanni Paolo II, sempre in collaborazione con la Diocesi di Ventimiglia - Sanremo  e l'aiuto del vescovo i Sua Eminenza il Vescovo Antonio Suetta e delil Vice Sindacovice sindaco di Sanremo Costanza Pireri. Mi chiesi: esattamente questo. "Perchè nei paesi più importanti del mondo la Christian Music ha un ruolo identico a tutti gli altri generi musicali e in Italia no?"Da musicista quale sono e da uomo amante di Dio mi posi questo obiettivo. E ho pensato che dovesse essere a Sanremo, centro indiscusso della musica italiana.

Sanremo è infatti la culla della canzone italiana per eccellenza, il luogo in cui si celebra la canzone italiana. Quali cantanti e artisti parteciperanno invece all’edizione della canzone cristiana?

Gli artisti che parteciperanno al Festival della Canzone Cristiana Sanremo 2022 saranno 24. Sono giovani che hanno scelto di cantare elevando una lode a Dio. Provano ad affrontare il disagio e lo smarrimento scaturito sia dai danni causati all’ecosistema, da cui si è generata la pandemia, sia dalle gravi problematiche che affliggono l’umanità, tra le quali la crisi del sistema economico mondiale, che ha provocato nuove povertà e, senza dubbio, fra esse si può annoverare anche quella morale. Non vi è dubbio che la musica possa rivestire un ruolo educativo e trasformativo in una società come la nostra. Tra i cantanti in gara ci sono Fra Vinicius da Caltanissetta con "Vale la pena” da Caltanissetta, la band "Cantammo a Gesù" "Tu sei l'eternità" da Napoli.

Qual è il messaggio principale che vuole trasmettere?

Il messaggio che cercherò di trasmettere dal palco del Festival della Canzone Cristiana 2022, sarà quello dell’unione del canto e della musica con quello della fede e della Lode a Dio senza pregiudizi e distinzioni, un grido di speranza e coraggio che ritengo, ora più che mai necessario, elevato con il linguaggio più potente che Dio ci ha donato, la Musica. E come ho già detto, lodare Dio attraverso la musica nella Città dei fiori è senza dubbio il luogo che più si addice e che meglio rappresenta l’Italia in musica, anche perché come dice S. Agostino: Chi canta prega due volte!

Quale sarà il tema delle canzoni?

Da regolamento, le canzoni dovranno contenere in modo esplicito citazioni a Dio, la Madonna, Gesù. Con fierezza affermo che le canzoni in gara sono di altissimo livello. N, non è stato per niente semplice scegliere le 24 canzoni, ma una scelta la si doveva fare, le canzoni inoltre spaziano dal pop, al rock, al rap... insomma tutti i generi che si ascoltano nei grandi network. 

Cosa vinceranno i primi classificati? Vedremo altre edizioni?

Il trofeo ufficiale della prima edizione del  Festival della Canzone Cristiana Sanremo 2022, è stato creato dal Maestro abruzzese Marco  Lombardi, ideato dalla grafica Natache Luciani e realizzato da Spazio Vetro dei fra.lli Lombardi, una tra le prime aziende nazionali nella lavorazione del vetro piano. Considerata l’elevatissima qualità delle 24 canzoni degli artisti in gara, ho istituito altri quattro prestigiosi premi realizzati dal Maestro Michele Affidato, orafo ufficiale del Festival della Canzone Italiana, che andranno a sommarsi ai trofei ufficiali del festival, e saranno consegnati a al primo, secondo e terzo classificato, al migliore interprete, alla migliore composizione. Ci saranno poi il premio stampa, il premio Alberto Testa, il Premio Papa Giovanni Paolo II e tanti altri. È una prima edizione, e va da sé che definendola come tale si sottintende la volontà di tutti, comprese le istituzioni, è quella di rivedersi nel 2023 per la seconda edizione.

Ti potrebbe interessare