Non solo "Madonnelle". L'Edicola della "Sacra Famiglia" a Piazza dei Satiri

Le edicole religiose che troviamo a Roma sono dedicate anche ad altre figure importanti oltre alla Vergine Maria. Oggi siamo a Piazza dei Satiri con la Sacra Famiglia

Sacra Famiglia
Foto: Dal libro "Madonnelle romane" di Romana Società Editrice
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Le "Madonnelle Romane" accompagnano da secoli i cittadini di Roma e i turisti lungo le vie della Capitale. Ma non sono solo "Madonnelle". Le edicole religiose che troviamo a Roma sono dedicate anche ad altre figure importanti del Vangelo o della Sacra Famiglia.

Il termine edicola infatti deriva dal latino aedicula, diminutivo di aedes ("tempio") e dunque con il significato originario di "tempietto". E ad ogni personaggio o figura si può dedicare una preghiera, uno sguardo.
Le edicole votive, non solo quelle dedicate alla Vergine Maria, sono dei veri e propri monumenti dall'alto valore simbolico. Per il curatore della mostra negli anni 90, Monsignor Dante Balboni, le edicole romane infatti "sono fondamentali per comprendere pienamente la sacralità di queste modeste espressioni di fede dei nostri antenati".

Anche per le edicole religiose prendiamo spunto dal volume "Madonnelle romane e religiosità popolare" della Romana Società Editrice e iniziamo dall'immagine della "Sacra Famiglia" a Piazza dei Satiri, nel Rione Parione.

La Sacra Famiglia è un dipinto ad olio su tela di forma quadrangolare, inserito nella parte superiore di una finestra cieca, al primo piano del palazzo con il numero civico 63, in piazza dei Satiri a Roma.

L'immagine sacra rappresenta la Santa Famiglia in atteggiamento affettuoso, con la Madonna che porge il Bambino a San Giuseppe chinato verso Gesù, che, a sua volta, protende le braccia per accarezzare il padre falegname.

I personaggi sono rappresentati secondo la tradizionale iconografia: la Madre, giovane, Gesù, bambino e San Giuseppe come l'uomo avanti negli anni, con barba e capelli bianchi. Lo studioso Parsi la segnala come opera di "un personale pittore del Settecento".

Un vetro protegge la tela dalle intemperie. Ci sono sempre dei vasi freschi che abitualmente vengono collocati davanti alla sacra immagine. C'è anche una piccola lampadina.

Ti potrebbe interessare