Ottocento anni della Cattedrale di Burgos. Papa Francesco proclama un anno giubilare

La cattedrale di Burgos
Foto: Wikiedia Commons
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Nel 2021, saranno ottocento anni che è cominciata la costruzione della cattedrale di Burgos, uno dei più riusciti esempi di gotico spagnolo. Per l’occasione, Papa Francesco ha concesso un anno giubilare, che – ha annunciato l’arcivescovo Fidel Herraez – comincerà dal 20 luglio 2020 e terminerà il 21 settembre del 2021, giorno in cui è stata posata la prima pietra della cattedrale.

La programmazione delle celebrazioni viene presentata dall’arcivescovo in questi giorni a Roma. Per dieci mesi, Burgos sarà così destinazione giubilare, per pellegrini che arriveranno da tutta la spagna, ma non solo.

Come naturale prosecuzione delle celebrazioni, la diocesi di Burgos ha convocato una assemblea diocesana nel 2021, perché tutti i cristiani della città possano dialogare insieme sulla vita della diocesi e l’impegno nel mondo attuale.

Cominciata a costruire nel 1221 e terminata nel 1765, la cattedrale di Burgos è uno dei più famosi edifici gotici spagnoli.

La cattedrale è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. È lunga 84 metri, larga 59 e la navata centrale misura 11 metri di altezza e le torri sono alte 84 metri. La “Porta del Perdon”, al centro, rappresenta i re di Castiglia, mentre all’interno la Porta Sarmental è un complesso scultoreo con l’immagine di un Cristo pantocratore.

Nella cattedrale si contano 19 cappelle, con numerose opere di arte orafa, ebanista e pittorica

Ti potrebbe interessare