P. Sebastiano Paciolla: un religioso umile dalla grande cultura

Il monaco cistercense è spirato il 22 giugno dello scorso anno

P. Sebastiano Paciolla
Foto: PUL
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il 22 giugno di un anno fa si spegneva padre Sebastiano Paciolla, monaco dell'Ordine Benedettino Cistercense, Consultore del Pontificio Consiglio per i testi legislativi e decano della facoltà di diritto civile della Pontificia Università Lateranense.

Nato a Barletta nel 1962 e sacerdote dal 1986, nel corso della propria esistenza ha ricoperto moltissimi incarichi: da docente di storia del diritto e del diritto comune a Promotore di giustizia presso il Supremo Tribunale della Rota Romana.

Religioso di grande cultura, era un autentico ministro di Dio dotato di umiltà e spirito di servizio.

Sacerdote di intensa spiritualità ha vissuto il carisma benedettino nell'incontro con le persone che si rivolgevano al proprio consiglio.

Le persone che hanno avuto il dono di conoscerlo ne ricordano le grandi capacità spirituali e quello speciale dono nel saper ascoltare, con attenzione e disponibilità, l'interlocutore.

Pur ricoprendo importanti specificità nel campo del diritto e della vita ecclesiale, ha diviso il proprio tempo fra lo studio e l'apostolato seguendo con cura diverse congregazioni religiose.

Moltissimi i corsi tenuti dal docente, tra cui si ricordano anche quelli relativi al diritto monastico e canonico ed alla vita consacrata in cui padre Paciolla ha speso la propria perizia e competenza.

Chi lo ebbe come docente lo ricorda molto preparato e disponibile.

Il sacerdote si è spento all'età di cinquantotto anni, tutti spesi al servizio della Chiesa. I funerali si sono tenuti il 23 giugno dello scorso anno presso l'Abbazia di Casamari. Diverse sono state le testimonianze che hanno messo in luce le doti e quello speciale modo di essere che lo contraddistingueva.

 

Ti potrebbe interessare