Panama, gli edifici religiosi che ospiteranno Papa Francesco

La cattedrale di Panama
Foto: pd
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Papa Francesco nella sua permanenza a Panama sarà ospitato con parte del seguito nella nuovissima sede della nunziatura inaugurata nel 2016 anche in vista di questo viaggio.

E’ stato il Nunzio Carrascosa ad affrontare la questione della nuova sede quando il governo decise che la sede della Nunziatura, terreni e fabbricati, che si trovava nel quartiere Bilbao, venissero espropriati per creare una zona commerciale. Come indennizzo la Santa Sede ha ottenuto il costo dei terreni e la costruzione di una nuova sede.

Panama vede nella Nunziatura più di un'ambasciata. E’ stata un rifugio durante la dittatura per perseguitati e persecutori.

Per la decorazione della Cappella è stato scelto un progetto di arte sacra presentato da Centro Ave, di Loppiano, vicino a Firenze. Cinque vetrate sulla vita della Vergine; l'altare, l'ambone e la sede sono fatti di pietra scolpita; c'è un'immagine moderna della Madre del Signore - "Maria del Sì", che avanza su una soglia che simboleggia la croce, le 15 stazioni della Via Crucis (compresi la Resurrezione) ed altro.

Ad inaugurarla è stato l’allora sostituto della Segreteria di Stato Angelo Becciu che ha ricordato come la diocesi di La Antigua eretta nel 1513, sia stata la prima creata sulla terraferma dell’America. La vecchia sede ha ospitato gli uffici per la preparazione della giornata mondiale della gioventù del 2019. Il Nunzio in Panamá è oggi il polacco mons. Miroslaw Adamczyk, nominato il 12 agosto 2017.

Dopo la Cappella della Nunziatura la prima chiesa che Papa Francesco visiterà è quella di San Francesco d'Assisi dove incontrerà i vescovi dei 6 Paesi dell'America Centrale: Costa Rica, Nicaragua, Honduras, El Salvador, Guatemala e Belize, membro del Commonwealth. I vescovi centroamericani presenti, inclusi diversi emeriti, dovrebbero essere circa 80. Presenti anche il Segretariato Episcopale dell'America Centrale Sedac, coordinamento ecclesiale sub regionale parte del Celam, con sede in Bogotá.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi, nel centro storico della città di Panamá, non solo è una delle più famose e ben voluta dai fedeli, ma è anche molto visitata dai turisti e dai pellegrini. La chiesa è stata costruita dai francescani nel XVII secolo ma poi è stata devastata, insieme con il convento adiacente, e totalmente distrutta in due incendi: nel 1737 e poi nel 1756. Venne ricostruita nel 1918 seguendo i piani del modello architettonico originale. Oggi dopo restauri recenti ha ancora un aspetto coloniale.

Nel 1821 i francescani andarono via dal convento e il fabbricato entrò nella disponibilità del governo che istallò sul posto la Caserma del “Primo Battaglione dell'Istmo di Panamá”.

Nella Sala Capitolare intervenne diverse volte Simón Bolívar e nei saloni del convento così come nella chiesa stessa venne discussa la proclamazione dell’indipendenza dalla Spagna. Nel 1910 i fabbricati passarono ai Fratelli de La Salle che aprirono una scuola e costruirono nuovi edifici.  

Il momento più significativo per la comunità cattolica di Panama city sarà la dedicazione dell’ altare della cattedrale di Santa Maria La Antigua. Francesco celebrerà una Santa Messa con la dedicazione dell’altare della Cattedrale Basilica di Santa Maria la Antigua in presenza di Sacerdoti, Consacrati e Movimenti Laicali.

La chiesa è stata costruita seguendo un disegno della Chiesa Cattedrale di Lima, in Perú.

Il primo fabbricato della Cattedrale fu una semplice e modesta struttura in legno che si cominciò a costruire nel 1674 data considerata come fondazione. Nel 1680 si approvò l'idea di  creare una struttura in mattoni e la prima pietra del "fabbricato solido" venne collocata nel 1688.

La costruzione dell’edificio fu portata a termine in tre periodi: la facciata, il corpo centrale dell'edificio e infine le due torri laterali, ultimate nel 1796.

Sulle scalinate della cattedrale il 28 novembre 1821, venne letta solennemente la Dichiarazione dell'indipendenza dalla Spagna.

Papa Francesco pranzerà con i giovani della GMG sabato nel Seminario Maggiore di San José. Dodici come è consueto,  due per ogni continente e 2 del Panamá.

Il seminario è stato fondato nel 1872 da don Ignacio Parra che lo dedicò a San Giuseppe e lo affidò ai Gesuiti.

Molte traversie fecero cambiare sede e gestione al seminario come altre del paese. La sua riapertura definitiva è del 1° maggio 1970 grazie al vescovo Marcos Gregorio McGrath. La casa di formazione fu affidata alla Società dei Sacerdoti di san Sulpizio. La sua sede attuale, vicina all'Università Cattolica Santa Maria La Antigua, è stata costruita tra il 1977 e il 1980. Responsabili del seminario sono i sacerdoti Carlos Mejía, Rafael Valdivieso, José Moreno e Mirope Polanco.

 

Ti potrebbe interessare