Papa Francesco, al mondo serve una inversione di rotta

In una intervista al Mattino di Napoli il Papa propone l'esempio dei grandi santi partenopei

Un manifesto per la visita di Papa Francesco a Napoli nel 2015
Foto: Daniel Ibañez / ACI Stampa
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

"Per la Chiesa la Politica è la più alta forma di carità. La Chiesa non è distante dalla politica. È distante da una politica parolaia intesa solo come propaganda, o gioco di potere.

È vicina invece ai problemi della gente. E pensa che il compito della politica sia lavorare per trovare insieme soluzione a questi problemi. Per la Chiesa la politica è anzitutto arte dell’incontro, è un servizio al bene comune, alla dignità di ogni persona, alla vita di ogni persona".Papa Francesco lo ha ricordato in una intervista dedicata a Napoli e al Mezzogiorno pubblicata da Il Mattino giornale napoletano e pubblicata da vaticannews.va.

I temi dalla questione ambientale alla presenza della malavita, al ruolo della Chiesa, alla forza dei grandi santi napoletani per il Papa hanno una via d'uscita perché "c’è sempre tempo per cambiare rotta. E il tempo è anche questo. E ci sfida tutti". Ed aggiunge: "È il tempo di reimpostare la rotta. Napoli è in qualche modo un paradigma della questione meridionale in Italia. Ma il tema del Sud è universale. Riguarda la diseguaglianza. La questione meridionale è una questione universale, riguarda il futuro di tutto il mondo", perché "tutto può essere riscattato dal bene. Serve una conversione di rotta".

Ti potrebbe interessare