Papa Francesco, appello per il Venezuela

Papa Francesco
Foto: Lucia Ballester CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Papa Francesco, un appello per il Venezuela. Al termine dell’udienza con l’Azione Cattolica, il Papa recita il Regina Coeli, e subito dopo lancia un appello “al governo e a tutte le componenti della società venezuelana affinché venga evitata ogni ulteriore forma di violenza, siano rispettati i diritti umani e si cerchino soluzioni negoziate alla grave crisi umanitaria, sociale, politica ed economica che sta strenuando la popolazione”.

La situazione nel Paese è degenerata dal 29 marzo scorso, quando la Corte suprema legata al regime ha tentato di privare il Parlamento del potere giudiziario, e il bilancio delle vittime nelle violenze è salito a 30. La Santa Sede ha provato a fare da mediatore, ed ha anche nominato un inviato speciale, nella persona dell’arcivescovo Claudio Maria Celli.

Nella conferenza stampa in aereo di ritorno dall’Egitto, Papa Francesco aveva sottolineato che c’è stato l’impegno della Santa Sede, dietro una forte richiesta dei quattro presidenti che lavoravano come facilitatori, ma “la cosa non ebbe esito, perché le proposte non venivano accettato”, e ha detto che ora si sta cercando di ripristinare il dialogo.

Sempre al termine del Regina Coeli, il Papa ha invitato a pregare per tutti i Paesi che attraversano gravi difficoltà, e in particolare all’ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, dove degli attivisti hanno fatto irruzione in Parlamento per protestare contro l’elezione  alla presidenza dell'assemblea legislativa di un esponente della minoranza albanese

Il Papa quindi ricorda Leopoldina Naudet, proclamata beata ieri a Verona. Racconta il Papa: “Cresciuta alla corte degli Asburgo, prima a Firenze e poi a Vienna, ebbe fin da ragazza una forte vocazione alla preghiera, ma anche al servizio educativo. Si consacrò a Dio e, attraverso diverse esperienze, giunse a formare a Verona una nuova comunità religiosa, sotto la protezione della Sacra Famiglia, che ancora oggi è viva nella Chiesa”.

Infine, il Papa sottolinea che oggi è la Giornata per l’Università Cattolica del Sacro Cuore e incoraggia “a sostenere questa importante istituzione, che continua a investire sulla formazione dei giovani per migliorare il mondo. La formazione cristiana si basa sulla Parola di Dio.” E mette in luce che in Polonia si svolge la “domenica biblica”, durante la quale viene letta la Bibbia pubblicamente nelle chiese, nelle scuole, nei mass media.

E di nuovo, il saluto all'Azione Cattolica: "Andate avanti!" Infine un ringraziamento particolare per il recente viaggio in Egitto, e la richiesta di benedizione "a tutto il popolo dell'Egitto, tanto accogliente, le autorità e i fedeli cristiani e musulmani; e che doni pace a quel Paese".

 

Ti potrebbe interessare