Papa Francesco, con lo sguardo fisso su Gesù, troveremo l’ispirazione per un nuovo mondo

Il video messaggio al secondo evento mondiale di “The Economy of Francesco”

Un momento della trasmissione del messaggio
Foto: EoF
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

“La pandemia del Covid-19 non solamente ci ha rivelato le profonde disuguaglianze che infettano le nostre società: le ha anche amplificate”.

Lo ha detto Papa Francesco nel videomessaggio  inviato  ai giovani che partecipano al secondo evento mondiale di “The Economy of Francesco”, che si svolge oggi in diretta streaming dal Palazzo Monte Frumentario di Assisi.

Il Papa ha ricordato le sofferenze causate dalla pandemia soprattutto nei paesi poveri e che “alcuni pochi hanno approfittato della pandemia per arricchirsi e chiudersi nella propria realtà”. 

Spesso, ha detto “ci dimentichiamo dell’importanza della cooperazione umana e della solidarietà globale” e che “siamo amministratori dei beni, non padroni” della Terra. 

Il Papa parla di una economia malata che ci ricorda la necessità di “accogliere l’esigenza di una nuova fraternità”. 

Per una giusta economia post covid-19 spiega il Papa “abbiamo bisogno di processi più circolari, di produrre e non sprecare le risorse della nostra Terra”, e quindi “di formare le nuove generazioni di economisti e di imprenditori, nel rispetto della nostra interconnessione con la Terra”.

Creatività e resilienza quindi per arrivare anche ad una “distribuzione equa dei vaccini anti-Covid-19”. 

E “Con lo sguardo fisso su Gesù, troveremo l’ispirazione per ideare un nuovo mondo e il coraggio di camminare insieme verso un futuro migliore”.

Il Papa invita i giovani a lasciarsi guidare “dall’amore del Vangelo, che è la molla di ogni cambiamento e ci esorta a entrare dentro le ferite della storia e risorgere” perché “il nostro tempo, per l’importanza e l’urgenza che ha l’economia, ha bisogno di una nuova generazione di economisti che vivano il Vangelo dentro le aziende, le scuole, le fabbriche, le banche, dentro i mercati. Seguite la testimonianza di quei nuovi mercanti che Gesù non scaccia dal tempio, perché siete suoi amici e alleati del suo Regno”.

Ti potrebbe interessare