Papa Francesco dichiara martire suor Maria Laura Mainetti uccisa in un rituale satanico

Approvati dal Papa alcuni decreti di miracoli di alcuni servi di Dio

Suor Maria Laura Mainetti
Foto: diocesidicomo.it
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Papa Francesco ha autorizzato la promulgazione del decreto del martirio della Serva di Dio Maria Laura Mainetti (al secolo: Teresina Elsa), Suora professa della Congregazione delle Figlie della Croce, Suore di Sant’Andrea; nata a Colico (Italia) il 20 agosto 1939 e uccisa Chiavenna (Italia), in odio alla Fede, il 6 giugno 2000.

 Francesco ha ricevuto in Udienza il cardinale Angelo Becciu, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi e ha autorizzato la  Congregazione a promulgare i Decreti.

Lo scorso 6 giugno nella diocesi di Como il vescovo, Oscar Cantoni, aveva celebrato la Santa Messa, nella Collegiata di san Lorenzo a Chiavenna, nel giorno dell’anniversario della morte di  suor Maria Laura Mainetti.

La religiosa, vittima di un mortale rituale satanico, è venerata dal “popolo di Dio di tutte le età. Il suo sacrificio – dice il vescovo - è il risultato finale di una esistenza interamente donata, divenuta pane spezzato per la vita del mondo, come fece Gesù, suo amato sposo. Invochiamo l’aiuto di suor Maria Laura, nella certa speranza che presto la Chiesa la dichiarerà fra i beati, amici del Signore”.

Teresina Mainetti a 18 anni entrò nella Congregazione francese delle Figlie della Croce: nell’agosto 1959 emise i primi voti come suor Maria Laura e l’anno successivo fece la professione perpetua a La Puye, casa madre della Congregazione. Dedicò la sua vita alla missione tra i bambini, i giovani e le famiglie, a Vasto (Chieti), Roma, Parma, fino ad approdare a Chiavenna nel 1984: qui, nel 1987, divenne anche superiora della comunità. Le sue spoglie sono conservate nella cappella laterale della Collegiata di San Lorenzo.

La notizia arriva insolitamente a fine giornata insieme agli altri decreti che riguardano:

il miracolo, attribuito all’intercessione del Venerabile Servo di Dio Mamerto Esquiú, dell’Ordine dei Frati Minori, Vescovo di Córdoba (Argentina); nato l’11 maggio 1826 a San Josè de Piedra Blanca (Argentina) e morto il 10 gennaio 1883 a La Posta de El Suncho (Argentina);

il miracolo, attribuito all’intercessione del Venerabile Servo di Dio Francesco Maria della Croce (al secolo: Giovanni Battista Jordan), Sacerdote, Fondatore della Società del Divin Salvatore (Salvatoriani) e della Congregazione delle Suore del Divin Salvatore (Salvatoriane); nato il 16 giugno 1848 a Gurtweil (Germania) e morto l’8 settembre 1918 a Tafers (Svizzera);

il miracolo, attribuito all’intercessione del Venerabile Servo di Dio Giuseppe Gregorio Hernández Cisneros, Fedele Laico; nato il 26 ottobre 1864 ad Isnotú (Venezuela) e morto il 29 giugno 1919 a Caracas (Venezuela);

le virtù eroiche della Serva di Dio Gloria Maria di Gesù Elizondo García (al secolo: Speranza), Superiora Generale della Congregazione delle Missionarie Catechiste dei Poveri; nata il 26 agosto 1908 a Durango (Messico) e morta a Monterrey (Messico) l’8 dicembre 1966.

Ti potrebbe interessare