Papa Francesco e crisi demografica: il 14 maggio aprirà gli Stati Generali della Natalità

Per la prima volta in Italia un meeting sul futuro delle nascite

Papa Francesco
Foto: Daniel Ibanez / ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Per la prima volta in Italia un meeting sul futuro delle nascite. E Papa Francesco parteciperà. A confermare la sua presenza è Matteo Bruni, direttore della Sala Stampa della Santa Sede. "Il prossimo 14 maggio Papa Francesco aprirà gli Stati Generali della Natalità, iniziativa online promossa dal Forum delle Associazioni Familiari. Dopo l’intervento, previsto alle ore 9.30 presso l’Auditorium della Conciliazione, farà rientro in Vaticano”.

Sarà Papa Francesco stesso ad aprire, il prossimo venerdì 14 maggio presso il Foyer dell’Auditorium della Conciliazione a Roma, la prima edizione degli Stati Generali della Natalità. Un grande meeting dedicato al futuro della demografia in Italia, che intende lanciare un appello alla corresponsabilità per far ripartire il Paese a partire da nuove nascite.

Un comunicato stampa spiega: "Il Santo Padre arriverà alle ore 9.15 presso la struttura in via della Conciliazione per aprire l’incontro dedicato al destino demografico dell’Italia e del mondo. Un tema reso ancor più d’attualità dagli effetti drammatici della pandemia, che ha portato oltre un milione di famiglie povere in più nel Paese. Gli Stati Generali sono stati convocati dal presidente nazionale del Forum delle associazioni familiari, Gigi De Palo, per mettere attorno a un tavolo le istituzioni, le imprese, i media e il mondo della cultura per approfondire la sfida dell’inverno demografico e sollecitare una nuova narrazione sul tema della natalità."

Dopo l’intervento del Papa, sono previsti i saluti istituzionali della ministra per la Famiglia, Elena Bonetti, del ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, e del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Subito dopo il presidente dell’Istat, Gian Carlo Blangiardo presenterà dati inediti e proiezioni sulla natalità in Italia nei prossimi decenni.

Il programma dell’evento è consultabile su www.statigeneralidellanatalità

Ti potrebbe interessare