Papa Francesco: memoria e speranza per combattere la desolazione nella vita dei cristiani

Papa Francesco a Santa Marta
Foto: Vatican Media
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

“La vita cristiana ha dei momenti bellissimi e dei momenti brutti, dei momenti di tepore, di distacco, come ho detto, dove tutto non ha senso … il momento della desolazione. E in questo momento, sia per le persecuzioni interne sia per lo stato interiore dell’anima, l’autore della Lettera agli Ebrei dice: “Avete solo bisogno di perseveranza”. Sì. Ma perseveranza, perché? “Perché fatta la volontà di Dio, otteniate ciò che vi è stato promesso”. Perseveranza per arrivare alla promessa”.

E’ la riflessione di Papa Francesco nella messa della mattina a Santa Marta come riporta www.vaticanews.va.

Il Papa ha proposto una ricetta contro la desolazione: memoria e speranza. Avere la memoria dei momenti belli: “i giorni felici dell’incontro con il Signore”, “il tempo dell’amore”.  E Poi c’è la speranza, l’importante è non “lasciarsi cadere”, non “andare indietro” nelle fasi di difficoltà.

Papa Francesco ha ricordato il suo viaggio apostolico in Lituania, nel settembre 2018,  e dei cristiani martiri che hanno “perseverato nella fede”.

Anche oggi, tanti, tanti uomini e donne che stanno soffrendo per la fede ma ricordano il primo incontro con Gesù, hanno speranza e vanno avanti. Questo è un consiglio che dà l’autore della Lettera agli Ebrei per i momenti anche di persecuzione, quando i cristiani sono perseguitati, attaccati: “Abbiate perseveranza”.

E anche “quando il diavolo ci attacca con le tentazioni”, conclude, “con le nostre miserie”, bisogna “sempre guardare il Signore”, avere “la perseveranza della Croce ricordando i primi momenti belli dell’amore, dell’incontro con il Signore e la speranza che ci spetta”.

Ti potrebbe interessare