Papa Francesco, “pellegrino virtuale” dalla Vergine di Lujan

Il Papa scrive all’arcivescovo di Mercedes – Lujan in occasione della festa della patrona di Argentina, per cu ha una devozione particolare

La riproduzione della Vergine di Lujan nella Biblioteca del Papa nel Palazzo Apostolico
Foto: AG / ACI Group
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Ci sarà anche Papa Francesco, come “pellegrino spirituale e virtuale”, a Lujan per la festa della Vergine, che si celebra l’8 maggio. Lo scrive lo stesso Papa in una lettera vergata a mano e inviata all’arcivescovo Jorge Scheinig di Mercedes-Lujan, e pubblicata sul sito dell’arcidiocesi.

Papa Francesco ha una particolare devozione per la Vergine di Lujan, tanto che una piccola riproduzione si trova nella Biblioteca Apostolica, dove il Papa riceve capi di Stato e di governo. Spesso Papa Francesco ha fatto riferimento alla Vergine di Lujan, e una volta, nel 2013, ha parlato anche di un miracolo attribuito alla sua intercessione di cui è stato testimone.

Nella lettera, Papa Francesco ha scritto: “L’8 maggio si avvicina, e il mio cuore viaggia verso Lujan. Sarò con voi spiritualmente, come pellegrino spirituale e 'virtuale'. La guarderò ancora una volta e, ancora una volta, mi lascerò guardare da lei”.

Di fronte allo sguardo della Vergine che “rinnova” e “dà forza”, Papa Francesco sarà “insieme al santo popolo fedele di Dio che al ama tanto, un popolo fede e peccatore come me”. E a lei “diremo le nostre preoccupazioni e le nostre gioie”, aggiunge Papa Francesco, con la preghiera di prendersi cura di noi e di chiedere sempre perdono senza stancarci.

Alla Vergine di Lujan, Papa Francesco dedica anche la preghiera scritta da padre Amelio Luis Calori: "Questa sera, o Vergine, la mia promessa è sincera. Ma, per ogni evenienza, non dimenticarti di lasciare la chiave fuori".

La statua della Vergine di Lujan è stata portata lì dal Servo Manuel, il cui processo di beatificazione è stato aperto dal Cardinale Aurelio Poli a Buenos Aires nel 2016.

Manuel era nato nel 1604 a Capo Verde, allora colonia portoghese e triste crocevia del commercio degli schiavi. A 25 anni era stato venduto e condotto in Brasile al servizio del capitano portoghese Andrea Juan, e fu battezzato lì nella notte di Natale del 1629.

Il capitano Juan era poi partito per una missione particolare: portare un’immagine della Vergine Immacolata all’amico Antonio Farías de Sáa, che l’aveva chiesta per una cappella che stava costruendo a Sumampa, nella regione di Santiago del Estero. E Andrea Juan delegò poi al fidato negro Manuel il compito di completare via terra la consegna. Ma al secondo giorno di marcia, quando il carro su cui viaggiava l’immagine giunse presso il rio Lujan, i buoi si fermarono e non ne vollero più sapere di continuare la marcia. Fu allora proprio Manuel a interpretare il segno dicendo che era la Madonna ad aver scelto di fermarsi proprio lì.

Nasce così la Madonna di Lujan. Manuel chiese al proprio padrone di poter consacrare la sua vita a quel luogo, desiderio al quale Andrea Juan acconsentì. Nacque così la devozione verso la Vergine di Lujan, da un altro uomo molto semplice come l’indios Juan Diego di Guadalupe.

Ti potrebbe interessare