Perché il mese di maggio è dedicato alla Vergine Maria?

Siamo nel mese di maggio, tempo dedicato dalla Chiesa cattolica alla Vergine Maria. Ma quando è iniziata esattamente la tradizione di questo mese mariano?

Il Papa omaggia la Madonna a Fatima
Foto: Daniel Ibanez CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Siamo nel mese di maggio, tempo dedicato dalla Chiesa cattolica alla Vergine Maria. Ma quando è iniziata esattamente la tradizione di questo mese mariano?

Suor Vittorina Marini, docente di Mariologia a Roma e membro della Congregazione delle Suore della Beata Madre Addolorata, ha spiegato all'agenzia ACI Prensa che "in questo tempo l'opera di Maria nella storia della salvezza è riconosciuta dalla sua Divina Maternità".

Ha anche osservato che nella Chiesa cattolica latina questo mese è il tempo tradizionalmente dedicato a Maria, anche se "non coincide per tutte le chiese e il mese scelto può essere diverso".

"In questo periodo, la pietà del popolo cristiano esprime il suo autentico amore per la Vergine attraverso varie iniziative di preghiera, come il rosario, le processioni, i pellegrinaggi ai santuari mariani o speciali pratiche pie che cercano di riconoscere e onorare il posto della Vergine Santa nella storia della salvezza e di evidenziare il suo legame materno con Cristo e con i fedeli".

Suor Vittorina spiega che nell'antica Grecia il mese di maggio era consacrato alle divinità femminili della fertilità o della primavera.
"Nel corso dei secoli questi culti pagani si sono combinati con altri rituali e tradizioni popolari presenti in Occidente, che si esprimevano in tributi cortesi di amanti alla donna amata; trasformando maggio in un periodo di feste e divertimenti, dedicato alla vita e alla maternità", ha detto Suor Vittorina ad ACI Prensa.

Nel tentativo di cristianizzare queste feste, la Chiesa ha legato a questo mese la tradizione di rendere sentito omaggio alla Vergine Maria, "celebrata come la creatura più alta e più bella tra le donne".

Le prime pratiche devozionali legate al mese di maggio si trovano già nel XVI secolo a Roma con San Filippo Neri, che insegnò ai suoi giovani ad adornare di fiori l'immagine della Madre di Dio, a cantarne le lodi e ad offrire atti in suo onore.

Il mese del Maggio Mariano come lo conosciamo venne nel 1725 dalla mano di P. Annibale Dionisi SJ, con il suo libro intitolato Mese di Maria, e nell'anno 1800 la pratica devozionale fu ulteriormente arricchita con il rosario, "precedentemente legato al mese di ottobre e successivamente esteso al mese di maggio".

Su questa linea possiamo ricordare due gesti importanti e significativi di Papa Francesco: nel maggio 2021 la recita del Santo Rosario per chiedere la fine della pandemia e il sostegno ai malati feriti dal coronavirus e l'atto di consacrazione di Ucraina e Russia a Maria per chiedere la fine della guerra in Ucraina.

articolo pubblicato su ACI Prensa da Almuneda Martìnez-Bordiù 

Ti potrebbe interessare