Polonia, cala il numero dei praticanti ma crescono i battezzati

Il dossier statistico sui cattolici in Polonia
Foto: Episkopat.pl
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il 36,7%% dei cattolici polacchi ha partecipato all’Eucaristia domenicale e il 16% si è comunicato. E' quanto rivelano i dati pubblicati dall’Istituto di Statistica della Chiesa cattolica in Polonia per il 2016.

Secondo i dati forniti dall’Istituto di Statistica della Chiesa cattolica, nel 2016 il 36,7% di tutti i cattolici polacchi ha partecipato all’Eucaristia domenicale, mentre il 16% ha ricevuto la Santa Comunione. Ciò significa che, rispetto al 2015, la percentuale di dominicantes – cioè dei cattolici che partecipano a Messe domenicali – è sceso del 3,1%, mentre i communicantes – cioè le persone che ricevono la Santa Comunione – dell’1%.

Il più elevato indice di dominicantes (66,9%) e di communicantes (25,3%) è stato registrato nella diocesi di Tarnow. Allo stesso tempo quasi 48 mila Messe sono state celebrate ogni domenica nel 2016. I cattolici hanno scelso più frequentemente le Messe della mattina tra le ore 8 e le 11. 

I dati dell’Istituto di Statistica della Chiesa cattolica rivelano anche che nel 2016 nei seminari diocesani hanno studiato 2.3 mila seminaristi. Il più alto numero di seminaristi è stato registrato nella diocesi di Tarnow (175), nell’Arcidiocesi di Varsavia (155) e di Przemysl (98). Per quanto riguarda gli ordini femminili e maschili, in Polonia ci sono 18 mila suore e 11.9 mila religiosi.

Nel 2016 c’erano 25.000 sacerdoti incardinati nelle diocesi polacche. La maggior parte dei sacerdoti erano nella diocesi di Tarnow (1559), nell’Arcidiocesi di Cracovia (1182) e nell’Arcidiocsi di Katowice (1071).

Ci sono oltre 10.000 parrocchie in Polonia, in cui vivono 35,7 milioni di persone. Nel 2016 il Sacramento del Battesimo è stato impartito a  374,3 mila persone, cioè 5.000 in più rispetto all’anno precedente, mentre il Sacramento del Matrimonio è stato celebrato da 138,3 mila persone, 2.000 in più rispetto al 2015.

“Si può notare che le persone stanno diventando sempre meno aperte alla dimensione spirituale. Ma quasi tutti i polacchi si sentono attaccati al cattolicesimo, il che viene mostrato da una relativa stabilità di tendenze negli ultimi cinque anni. Nel 2015, c’è stata una leggera crescita della percentuale di persone che frequentano la Messa domenicale e che aderiscono alla Santa Comunione. Nel 2016, la percentuale di dominicantes e communicantes è diminuita. Mentre il numero dei battesimi e dei matrimoni sacramentali, nonché il numero di bambini che hanno ricevuto la Prima Comunione è aumentato”, ha commentato il rapporto don Wojciech Sadlon SAC, direttore dell’Istituto di Statistica della Chiesa cattolica in Polonia.

 

Ti potrebbe interessare