Pontificie Opere Missionarie, aperta la plenaria. “Eco molto forte del mese missionario”

L'arcivescovo Giampietro Dal Toso, presidente delle Pontificie Opere Missonarie e segretario aggiunto della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli
Foto: Bohumil Petrick / ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il prossimo ottobre sarà il Mese Missionario Straordinario, per celebrare i cento anni dalla promulgazione dell’enciclica di Benedetto XV “Maximum Illud”, che cambiò il mondo della missione. E preparare questo mese “ha chiesto molte energie, ma ne è valsa la pena, perché l’eco è molto positivo e molto forte”, ha detto l’arcivescovo Giampietro Dal Toso, segretario aggiunto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli, aprendo la plenaria delle Pontificie Opere Missionarie, di cui è presidente.

Le Pontificie Opere missionarie sono quattro, tutte fondate nel XIX secolo: la Pontificia Opera dell’Infanzia missionaria. fondata nel 1843 in Francia da monsignor Forbin-Janson; la Pontificia Opera della Propagazone della Fede, fondata da Pauline Jaricot, di cui è in corso la causa di beatifcazone; l’opera missionaria di San Pietro Apostolo, nata nel 1889, su ispirazione del vescovo Cousin di Nagasaki, per la formazione dei sacerdoti, e messa in pratica da Stefanie e Jeanne Bigard; e infine la Pontificia Unione Missionaria, che è una associazione di clero, religiosi e laici, per suscitare nella Chiesa la passione per la missione.

Ogni anno si riuniscono in assemblea, definiscono le loro priorità, guardano al futuro. Quest’anno, la riunione ha luogo dal 27 maggio all’1 giugno.

La riunione è stata aperta dall’arcivescovo Dal Toso, che ha guardato prima a quello che è stato fatto. L’arcivescovo ha ricordato gli obiettivi della scorsa assemblea: la formazione dei direttori nazionali e dello staff delle direzioni nazionali, portata avanti anche attraverso tre seminari, tre giorni di formazione per i nuovi direttori e la redazione di brevi orientamenti per i nuovi direttori nazionali; quindi, la coltivazione del rapporto con i vescovi, che il presidente delle Pontificie Opere Missionarie ha sviluppato incontrando i vescovi durante le visite ad limina, ma anche gli incontri con un centinaio di vescovi presenti al Congresso Missionario Americano.

L’arcivescovo Dal Toso ha poi guardato al prossimo Congresso Missionario Americano, che si terrà a Puerto Rico, e ricordato che nel 2022 saranno 400 anni di fondazione della Congregazione della Dottrina della Fede, 200 anni delle Pontificie Opere Missionarie, 100 anni dal riconoscimento Pontificio.

L’arcivescovo Dal Toso ha poi sottolineato che è necessario dare un fondamento teologico solido all’attività missionaria delle Pontificie Opere Missionarie; trovare nuovi metodi per la raccolta fondi; sviluppare una “teologia della missione”, che è “tema pastorale”.

Ieri, all’assemblea Fabrice Hadjadj, dell’istituto Philanthropos di Friburgo (Svizzera) ha parlato de “La vita come missione”, ed ha preso la parola anche il Cardinale Fernando Filoni, prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli.
Martedì 28 maggio padre Eloy Bueno, dell’Università di Burgos (Spagna) tratterà il tema “La teologia della missione”, cui seguiranno i lavori di gruppo e la discussione in aula, mentre nel pomeriggio verrà presentato il rapporto sugli Incontri continentali delle POM e sul Congresso Missionario Americano.

Mercoledì 29 maggio i membri dell’Assemblea parteciperanno all’udienza generale di Papa Francesco in piazza San Pietro, quindi visiteranno l’Archivio storico di Propaganda Fide al Gianicolo. Nel pomeriggio è prevista la concelebrazione eucaristica presieduta dal Cardinale Filoni nella Basilica di San Pietro.  
Giovedì 30 maggio i Segretari generali delle quattro Pontificie Opere Missionarie presenteranno il rendiconto dell’anno trascorso e la previsione di bilancio.
Venerdì 31 maggio padre Hans Zollner, SJ, Presidente del "Centre for Child Protection" della Pontificia Università Gregoriana, parlerà sul tema “La tutela dei minori” cui seguirà una sessione di lavoro. Nel pomeriggio la relazione di Monsignor Carlo Soldateschi, Incaricato dell’Amministrazione, e quella del Consiglio delle Finanze.
Sabato 1 giugno, l’intervento conclusivo dell’arcivescovo Dal Toso.

Ti potrebbe interessare