Propaganda Fide, la Giornata Missionaria Mondiale confermata per il 18 ottobre

Nessuna variazione di data per la Giornata Missionaria Mondiale. “In molte diocesi ci si preparava da tempo”, spiega la Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli

Il manifesto della Giornata Missionaria Mondiale 2020
Foto: PD
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Nessuna variazione di calendario: la Giornata Missionaria Mondiale si celebra il 18 ottobre, la penultima domenica del mese missionario per eccellenza, come universalmente stabilito. I timori di una seconda ondata della pandemia avevano portato molti a chiedere alla Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli se la celebrazione si sarebbe spostata, ma questo non accadrà.

“In molte diocesi – spiega un comunicato della Congregazione – la preparazione di tale giornata è avviata da tempo, e resta preminente l’animazione missionaria del popolo di Dio”.

Spiega ancora la Congregazione che “la fede, infatti, per sua natura è missionaria e la celebrazione della Giornata Missionaria Mondiale serve a tenere viva in tutti i fedeli questa dimensione essenziale della fede cristiana”.

Le offerte raccolte nelle parrocchie in quella domenica sono destinate alle Pontificie Opere Missionarie, che contribuiscono alla missione della Chiesa con attività che costano circa 130 milioni di dollari all’anno. Con la pandemia, è cambiato però anche il modo di fare colletta nelle chiese, per limitare al massimo la possibilità del contagio.

Nel comunicato, la Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli dice di affidarsi “al senso di comunione e corresponsabilità dei vescovi quanto alla colletta di quella giornata a favore delle Pontificie Opere Missionarie, che si adoperano in ambito universale per un equo sostegno delle Chiese nei territori di missione”.

Il tema della Giornata Missionaria Mondiale 2020 è “Eccomi, manda me”. Nel messaggio per la giornata, pubblicato il 31 maggio, Papa Francesco sottolinea che una sfida per la missione della Chiesa è “capire cosa Dio ci sta dicendo in questi tempi di pandemia”.

La Giornata Missionaria Mondiale si celebra dal 1926. Fu l’Opera della Propagazione della Fede, su suggerimento del Circolo Missionario del Seminario di Sassari, a proporre a Pio XI di indire una giornata annuale in favore dell’attività missionaria della Chiesa universale. Pio XI acconsentì e stabilì già in quell’anno la prima “Giornata Missionaria Mondiale per la Propagazione della Fede”, fissandola ogni penultima domenica di ottobre. Ottobre è infatti tradizionalmente considerato il mese missionario per eccellenza.

Le Pontificie Opere Missionarie sono quattro. Pauline Jaricot, che sarà presto beatificata, fu fondatrice della Pontificia Opera della Propagazione della Fede, una delle quattro Pontificie Opere missionarie. C’è quindi l’opera missionaria di San Pietro Apostolo, nata anch’essa in Francia, nel 1889, su ispirazione del vescovo Cousin di Nagasaki, in Giappone, per la formazione dei sacerdoti, e messa in pratica da Stefanie e Jeanne Bigard;, l’Opera dell’Infanzia Missionaria, che porta i bambini alla scoperta dello spirito missionario e insegna loro ad aiutare con la preghiera e piccoli sacrifici materiali i loro coetanei nel mondo; e infine la Pontificia Unione Missionaria, che è una associazione di clero, religiosi e laici, per suscitare nella Chiesa la passione per la missione.

Ti potrebbe interessare