“Roma città di pietra,luoghi e cammini di fede”, il workshop degli studenti della Sapienza

Workshop Stonetales
Foto: www.stonetales.it
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

In occasione dell’Anno Santo, esposizioni, conferenze, workshop vogliono porre particolare attenzione al rapporto che lega la “cultura” della pietra all’idea di “sacro”.

In tal senso si colloca “stonetales”, evento culturale dedicato alla valorizzazione del comparto lapideo laziale. L’iniziativa vuole individuare le convergenze tra ricerca universitaria, lavoro di giovani architetti, artisti, designer e Chiesa Cattolica con l’obiettivo di mettere in campo un’offerta culturale di qualità.

Nella cornice di stonetales avrà luogo a Roma, dal 26 al 29 Aprile, il workshop internazionale di progettazione urbana “Roma città di pietra, luoghi e cammini di fede”, organizzato dalla Facoltà di Ingegneria dell’Università “Sapienza” di Roma in collaborazione con Stone Academy e Opera Romana Pellegrinaggi.

Segno peculiare di questo Giubileo, come riportato nella Bolla di Indizione “Misericordiae vultus”, è la riscoperta del pellegrinaggio come esperienza di conversione. “Il pellegrinaggio – dice Papa Francesco - è un segno peculiare nell’Anno Santo, perché è icona del cammino che ogni persona compie nella sua esistenza. La vita è un pellegrinaggio e l’essere umano è viator, un pellegrino che percorre una strada fino alla meta agognata”.

La Santa Sede, con il sostegno del Comune di Roma, ha quindi previsto dei Cammini di Fede per i fedeli in arrivo nella Capitale. Papa Francesco ha voluto sottolineare che saranno cammini di sacrificio e devozione da compiere obbligatoriamente a piedi. Questi percorsi toccheranno vie e piazze storiche di Roma ma anche tesori nascosti, luoghi, siti e monumenti di culto poco conosciuti e spesso dimenticati.

In accordo con tutto ciò, il workshop “Roma città di pietra, luoghi e cammini di fede” indaga il rapporto tra l’architettura, lo spazio urbano, le pietre di Roma e il ruolo “sacro” che la città stessa ricopre da millenni. Sono state individuate a tale scopo alcune tematiche di progetto, fortemente interconnesse tra loro, che interessano l’area di Castel Sant’Angelo, dei suoi giardini e i percorsi giubilari che in essi confluiscono.

Nello specifico sono stati previsti interventi di: progettazione di nuove edificazioni in cui rileggere l’utilizzo della pietra in chiave contemporanea, micro progettazione di arredo urbano, recupero e riqualificazione di porzioni di verde pubblico. Ogni università potrà scegliere liberamente quale tematica affrontare in base ai temi di ricerca e didattica proposti nel singolo corso.

Sono state individuate anche le aree di progetto per gli studenti: i Cammini di Fede (Cammino Papale, Cammino della Misericordia, Cammino Mariano, Cammino del Pellegrino) e i Giardini di Castel Sant’Angelo.

In questo workshop si propone agli studenti di prevedere piccoli interventi di arredo urbano, da realizzare in pietra (preferibilmente travertino romano).

Tracce pacate che “accompagnino” i pellegrini lungo i Cammini di Fede. Interventi che individuino spazi di sosta, meditazione e preghiera nel caotico tessuto urbano di Roma. Particolare attenzione va posta nei confronti del punto informazioni e del “punto di preghiera” dei singoli percorsi di pellegrinaggio.

Per quanto riguarda l’area di progetto di Castel Sant’Angelo, il workshop propone agli studenti di prevedere la progettazione di strutture ricettive e di servizio da realizzare lungo i viali dei giardini di Castel Sant’Angelo, punto terminale dei quattro Cammini Giubilari. In particolare andranno previsti: info point, spazi di preghiera, punti ristoro e accoglienza, shops, servizi igienici etc. Tutte le strutture dovranno essere temporanee, movibili e facilmente rifunzionalizzabili al termine dell’Anno Giubilare.

Ti potrebbe interessare