Santi e Beati, i decreti approvati da Papa Francesco

Tre italiani nel cammino verso la santità

Piazza San Pietro
Foto: pd
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Diventa santa con l’approvazione del Papa Beata Maria Rivier, Fondatrice della Congregazione delle Suore della Presentazione di Maria; nata il 19 dicembre 1768 a Montpezat-sous-Bauzon (Francia) e morta a Bourg-Saint-Andéol (Francia) il 3 febbraio 1838. Il miracolo riguarda la guarigione di una bambina affetta alla nascita da “idrope embrio-fetale precoce generalizzata non immunologica”. È stata guarita per sua intercessione nel 2015 nelle Filippine.

E ci sono anche tre italiani nel cammino verso la santità.  All’intercessione della Venerabile Serva di Dio Maria Carola Cecchin (al secolo: Fiorina) è attribuito un miracolo. La religiosa professa della Congregazione delle Suore di San Giuseppe Benedetto Cottolengo era nata il 3 aprile 1877 a Cittadella (Italia) e morta sul piroscafo mentre rientrava dal Kenya all’Italia il 13 novembre 1925. 

Approvate anche le virtù eroiche del Servo di Dio Carlo Maria da Abbiategrasso (al secolo: Gaetano Antonio Vigevano), Sacerdote professo dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini; nato il 30 agosto 1825 ad Abbiategrasso  e morto il 21 febbraio 1859 a Casalpusterlengo.

Anche per il Servo di Dio Bernardo Sartori, Sacerdote professo dei Missionari Comboniani del Cuore di Gesù; nato il 20 maggio 1897 a Falzé di Trevignano (Italia) e morto il 3 aprile 1983 a Ombaci (Uganda) sono state dichiarate le Virtù eroiche. 

Decretate le virtù eroiche del Servo di Dio Andrea Garrido Perales, Sacerdote professo dell’Ordine della Beata Maria Vergine della Mercede; nato il 29 novembre 1663 a Vallada (Spagna) e morto il 23 febbraio 1728 a Xátiva (Spagna); e della Serva di Dio Maria Margherita del Cuore di Gesù Agonizzante nell’Orto del Getsemani (al secolo: Ludovica Banaś), Religiosa professa della Congregazione delle Suore della Sacra Famiglia di Nazareth; nata il 10 aprile 1896 a Klecza Dolna (Polonia) e morta il 26 aprile 1966 a Nowogródek (oggi Bielorussia).

Ti potrebbe interessare