Settimana per gli Istituti di Vita Consacrata in Spagna, il videomessaggio del Papa

Papa Francesco invia un videomessaggio ai partecipanti alla 50ma Settimana Nazionale per gli Istituti di Vita Consacrata in Spagna

Papa Francesco in un videomessaggio
Foto: Vatican Media / ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Papa Francesco invia un videomessaggio ai partecipanti alla 50ma Settimana Nazionale per gli Istituti di Vita Consacrata in Spagna, che si svolge online dal 17 al 22 maggio sul tema “Consacrati per la vita del mondo. La vita consacrata nella società di oggi”.

"Nella vita consacrata si comprende camminando, come sempre. Si comprende consacrandosi ogni giorno. Si comprende nel dialogo con la realtà. Quando la vita consacrata perde questa dimensione
di dialogo con la realtà e di riflessione su quanto succede, inizia a diventare sterile. Io m’interrogo sulla sterilità di alcuni istituti di vita consacrata, vedere la causa, generalmente sta nella mancanza di dialogo e di impegno con la realtà.", dice il Papa nel videomessaggio.

Papa Francesco si dice poi vicino ai partecipanti ed esprime l’apprezzamento per il programma ricco di interventi di “gente che ha molta esperienza di vita religiosa, ed esperienza universale, ed esperienza del limite”. Il Pontefice nomina suor Liliana Franco Echeverri, presidente della Confederazione latino-americana dei religiosi che riporterà in questi giorni di lavori “il limite in America Latina, emerso tante volte durante il Sinodo sull’Amazzonia” e anche il cardinale Cristóbal Lopez Romero, arcivescovo di Rabat, che racconta “il limite con il mondo islamico”.

Poi l'invito del Papa: "La vita consacrata è sempre un dialogo con la realtà. Qualcuno dirà: “sì, ora questa forma moderna” No! Pensiamo a santa Teresa. Santa Teresa vide la realtà e fece una scelta di riforma e andò avanti. Poi, nel corso del cammino, ci furono tentativi di trasformare quella riforma in chiusura, sempre ci sono. Ma la riforma è sempre cammino, è cammino in contatto con la realtà e orizzonte sotto la luce di un carisma fondazionale. E queste giornate, questi incontri, queste settimane di vita consacrata aiutato a perdere la paura", dice ancora Francesco nel videomessaggio in spagnolo.

"Ed è anche triste vedere come alcuni istituti, per trovare una certa sicurezza, per potersi controllare, siano caduti in ideologie di qualsiasi tendenza, di sinistra, di destra, di centro, qualsiasi. Quando un istituto si riformula del carisma nell’ideologia perde la sua identità, perde la sua fecondità. Mantenere vivo il carisma fondazionale è mantenerlo in cammino e in crescita, in dialogo con quello che lo Spirito ci viene dicendo nella storia dei tempi, nei luoghi, in diverse epoche, in diverse situazioni.
Comporta discernimento e comporta preghiera, commenta Francesco nel videomessaggio.

Per il Papa "non si può mantenere un carisma fondazionale senza coraggio apostolico".

Ti potrebbe interessare