Sindone: nel 2020 Ostensione straordinaria per la comunità di Taizè

Nel 2020 ci sarà un'Ostensione straordinaria del Sacro Lino per i giovani di Taizè

Il Papa a Torino davanti alla Sindone
Foto: Vatican Media / ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

L'Arcivescovo di Torino, Monsignor Cesare Nosiglia, ha annunciato una grande occasione per l’Ostensione straordinaria della Sindone.  Il Sacro Lino sarà esposto per la 43° edizione dell’Incontro internazionale organizzato - dal 28 dicembre 2020 all’ 1 gennaio 2021 - dalla Comunità ecumenica di Taizé proprio nella città sabauda.


Saranno almeno 15 mila giovani pellegrini arriveranno in città. Ogni anno all’evento partecipano diverse migliaia di persone dai 18 ai 35 anni provenienti da 70 Paesi da tutti i continenti. Durante l’incontro, i partecipanti sperimenteranno una preghiera ecumenica comune e si conosceranno.


L’Arcivescovo di Torino da Wrocław - dove si sta svolgendo l'ultimo incontro dei giovani di Taizè - ha commentato: "Torino attende i giovani del prossimo Pellegrinaggio di fiducia sulla Terra del 2020 con il cuore e le braccia aperte. L’ospitalità delle famiglie e delle comunità, la ricchezza spirituale, culturale e artistica del nostro territorio così come la grande tradizione di solidarietà e di attenzione agli ultimi da parte della nostra gente rappresentano fin d’ora la sicura promessa per il prossimo incontro europeo di Taizé a Torino, promessa di un’esperienza intensa e sorprendente di fede e di gioia".


Il Pellegrinaggio sarà accompagnato da un tempo di contemplazione della Sindone riservato ai giovani partecipanti.


Monsignor Nosiglia ha convocato una conferenza stampa per venerdì 3 gennaio 2020 alle ore 12 in Arcivescovado a Torino per presentare le iniziative connesse al 43° "Pellegrinaggio di fiducia sulla Terra".

 

Ti potrebbe interessare