Stazioni quaresimali, Santa Maria in via Lata

Dalla casa di Pietro a Roma all' ecumenismo in nome di Maria

Santa Maria in Via Lata interno
Foto: pd
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

 La stazione odierna fissata tra una delle più belle chiese del centro di Roma, porta ad elevare lo spirito in un inno secolare di gloria verso la Vergine e, con le reliquie dei Martiri qui venerati, rammenta come sia necessario cercare il Signore per ascoltare la sua parola e amarlo sempre più. Siamo a Santa Maria in Via Lata.

Nei messali più antichi appare, martedì della V settimana di Quaresima, una chiesa che non esiste più: S. Ciriaco alle terme. Il “titulus” di S. Ciriaco o di S. Quiriaco appare nei verbali dei Sinodi romani del V e VI secolo, e doveva trovarsi nella zona delle Terme di Diocleziano. Attualmente si celebra invece la stazione alla chiesa di S. Maria in Via Lata.

La chiesa ha le sue fondamenta su un casa romana e poi una prigione, un monastero e ancora altro che gli archeologi anno dopo anno identificano e pubblicano.

Tra le tante storie che racconta il sottosuolo di Roma anche quella della prigionia di San Paolo, ma anche visse San Luca.

Secondo alcuni storici San Pietro aveva qui un piccolo oratorio dove si celebravano “i ss. misteri, dove pure s. Paolo habitò due anni continui”. 

Sembra certo essere stata un' antica stazione apostolica dove poi l' anno 700 il papa Sergio volle edificare una memoria alla b. Vergine riponendo sotto l' altare il corpo di s. Agapito martire costituendola diaconia. Quest' oratorio fu anche detto dei ss. Paolo e Luca. L' anno 1408, raffreddata la divozione, apparve la s. Vergine ad un cappellano e fece molti miracoli”.

Ma quello che la rende preziosa è l’attività che oggi si svolge nella chiesa luogo di speciale culto mariano ed ecumenico.

Nella Settimana di Preghiera per l’ Unità dei Cristiani qui si prega con un rapporto speciale con il mondo ortodosso grazie all’impegno del Centro Eucaristico Ecumenico di Santa Maria in Via Lata e in collaborazione col Centro di Cultura Mariana.

Gli appuntamenti principali sono la Quindicina dell'Assunta, in unione con le Chiese d'Oriente, conclusa da una solenne Veglia; l’Akatistos, Inno Orientale che celebra il mistero della Madre di Dio; e l'Ora della Madre, che ricorda la fede di Maria e si celebra ogni anno a S. Maria Maggiore nel Sabato Santo.

Domani, proseguendo su via del Corso, via Lata appunto, si arriva a San Marcello alle 19.00

Ti potrebbe interessare