Svizzera, morto il Cardinale Schwery

Vescovo emerito di Sion, aveva 88 anni

Il Cardinale Schwery
Foto: Parrocchia Santi Protomartiri Romani
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

E’ morto ieri il Cardinale svizzero Henri Schwery, Vescovo emerito di Sion: era nato il 14 giugno 1932 a Saint-Léonard.

Dopo aver studiato a Roma presso il Seminario francese di Santa Chiara, nel 1957 viene ordinato sacerdote in Svizzera.

Si specializza in matematica e in fisica teorica. Nel 1961 inizia il lavoro di insegnante a Sion.

È Direttore del Seminario Minore di Sion dal 1968 al 1972 e Rettore del Liceo-Collegio di Sion dal 1972 al 1977.

Il 22 luglio 1977 il Papa Paolo VI lo nomina Vescovo di Sion.

Dal 1983 al 1988 è stato Presidente della Conferenza Episcopale Svizzera.

Nel 1991 Papa Giovanni Paolo II lo crea cardinale di Santa Romana Chiesa, con il titolo presbiterale dei Santi Protomartiri a Via Aurelia Antica.

Rinuncia per malattia alla guida della Diocesi di Sion il 31 marzo 1995.

Nel 2005 ha preso parte al conclave che ha eletto Benedetto XVI.

Le esequie saranno celebrate lunedì prossimo nella Cattedrale di Sion nella cattedrale diocesana, in presenza secondo le norme covid di un massimo di 50 persone incluse quattro ex-guardie svizzere in divisa.

Con la morte del Cardinale Schwery il Sacro Collegio risulta composto da 228 cardinali, di cui 128 elettori. L’unico porporato svizzero nel Collegio cardinalizio è ora Kurt Koch, Presidente del Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani.

Ti potrebbe interessare