Terra Santa, inizia il pellegrinaggio del Rinnovamento dello Spirito

Il pellegrinaggio nazionale di RnS
Foto: RnS
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Continua la missione del Rinnovamento nello Spirito Santo in Terra Santa: anche quest’anno il Movimento propone il Pellegrinaggio Nazionale in Terra Santa, in partenza dall’Italia il 30 luglio, con ritorno previsto il 6 agosto. Accompagnati dalle meditazioni spirituali del coordinatore nazionale Mario Landi e guidati dalle animazioni di don Patrizio Di Pinto e don Giovanni Alberti, 100 partecipanti da tutta Italia rinnoveranno la loro fede sulle orme dei profeti, di Gesù, della prima comunità cristiana, da Nazareth a Gerusalemme.

Il programma dei pellegrini articolato in numerose esperienze spirituali celebrate in luoghi significativi come il Monte Carmelo, la Chiesa di S. Gabriele e Antica Fonte, la Basilica dell’Annunciazione, Cana di Galilea, il Monte Tabor, il Monte delle Beatitudini sul lago di Tiberiade, il fiume Giordano, Tabgha, Cafarnao, Qumran, Gerico, Wadi Kelt, si conclude con un accurato itinerario di Gerusalemme. Sabato 1º Agosto 2015, a Yardenit, presso il Fiume Giordano, verrà piantato un albero di olivo, a nome del Rinnovamento nello Spirito Santo.

 Il Pellegrinaggio sarà un’occasione speciale di fraternità e condivisione con le comunità cristiane presenti nelle città meta del programma previsto, nella linea già sperimentata negli anni passati. Speciali momenti in cui si potrà pregare insieme per la pace in Terra Santa, offrendo ai fratelli che vivono le difficoltà quotidiane gesti concreti di vicinanza e solidarietà.

 L’iniziativa si arricchisce anche di alcuni speciali incontri: con mons. Fouad Twal, patriarca di Gerusalemme dei latini, mons. William Hanna Shomali, vicario patriarcale per Gerusalemme, mons. Giacinto-Boulos Marcuzzo, vicario patriarcale per Israele, e con i membri del gruppo di Rinnovamento nello Spirito Santo di lingua araba “Spirito e Forza”, presso il Convento Arcangelo Gabriele di Mujedel - Migdal Ha'Emeq.

 In risposta al recente appello di padre Pierbattista Pizzaballa, custode di terra Santa, che ha invitato a “non smettere di organizzare viaggi di fede e di speranza” e a non “lasciare soli i cristiani di Terra Santa” il Presidente Martinez ha sottolineato«l’importanza di ripetere anche quest’anno l’esperienza del tradizionale Pellegrinaggio in Terra Santa, terra che mai sembra conoscere la pace e per la quale non dobbiamo darci tregua nella preghiera». «In Terra Santa – ha proseguito Martinez – Dio rinasce nei cuori e a Dio si va più facilmente con il cuore che con la mente, seppure tutto nei luoghi sacri persuade la ragione della vicinanza divina agli uomini in Gesù Cristo, vero uomo e vero Dio. Ritorniamo in Israele per invocare pace nella Chiesa, nelle nazioni, nelle famiglie. Al ruolo della famiglia il Rinnovamento nello Spirito Santo guarda con speciale attenzione, anche grazie al Centro Internazionale per la Famiglia a Nazareth, perché costituisca un avamposto educativo e di carità  per il futuro delle nuove generazioni».

Il Rinnovamento nello Spirito ha uno speciale legame con la Terra Santa, in considerazione dello sviluppo del Centro Internazionale per la Famiglia a Nazareth, progetto affidato dalla Santa Sede al Movimento, attraverso la costituzione di una Fondazione Vaticana (“Centro Internazionale per Famiglia di Nazareth”) presieduta da Salvatore Martinez e deputata ad operare per l’edificazione del Centro che sorgerà sulla sommità della collina che domina Nazareth. La struttura rappresenterà un centro di spiritualità familiare, di accoglienza delle famiglie pellegrine in Terra Santa, di formazione alla vita genitoriale e familiare, di pastorale per gli operatori, di preparazione alla Nuova Evangelizzazione.

 

Ti potrebbe interessare