Ucraina, è morto il cardinale Husar

Il Cardinale Husar
Foto: http://ugcc.kiev.ua/
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

E’ morto oggi ad 84 anni il Cardinale ucraino Lubomyr Husar, Arcivescovo Maggiore emerito di Kyiv-Halyč. 

Ha lasciato l’allora Unione Sovietica nel 1944 per riparare prima in Austria e poi negli Stati Uniti. Sacerdote dal 1958, ha lavorato negli USA fino al 1969 per specializzarsi in teologia presso la Pontificia Università Urbaniana di Roma . Nel 1972  è entrato nel Monastero dei Monaci Studiti a Grottaferrata. Nel 1974 è divenuto Superiore del Monastero.

E’ stato consacrato vescovo nel 1977 dal Cardinale Josyf Slipyj che lo ha nominato Archimandrita dei monaci Studiti residenti fuori dell’Ucraina.

Il 14 ottobre 1996 il Sinodo dei Vescovi della Chiesa Greco-Cattolica Ucraina lo ha designato Ausiliare dell'Arcivescovo Maggiore  di Kyiv-Halyč, che all’epoca aveva il nome di Lviv degli Ucraini. Il 14 dicembre 2000 Giovanni Paolo II lo ha nominato Amministratore Apostolico sede vacante et ad nutum Sanctae Sedis dell'Arcidiocesi Maggiore di Lviv degli Ucraini.

Il 25 gennaio 2001 il Sinodo dei Vescovi della Chiesa Ucraina lo ha eletto Arcivescovo Maggiore di Lviv. Giovanni Paolo II ha confermato l’elezione il giorno dopo. 

Il 21 febbraio successivo lo stesso Papa Wojtyla lo ha creato cardinale di Santa Romana Chiesa, assegnandogli il titolo presbiterale di Santa Sofia a Via Boccea.

Papa Benedetto XVI ha accettato la sua rinuncia per raggiunti limiti di età il 10 febbraio 2011. 

 

Ti potrebbe interessare