Un convegno per mettere in luce la grande varietà delle figure di santità

Conferenza Stampa di presentazione del Convegno “Modelli di santità e canonizzazioni a 40 anni dalla Costituzione Apostolica Divinus perfectionis Magister”

Padre Bernard Ardura
Foto: Vatican Media / ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Presso la Sala San Pio X, in Via dell’Ospedale 1, sede temporanea della Sala Stampa della Sande Sede, si è tenuta la Conferenza Stampa di presentazione del Convegno “Modelli di santità e canonizzazioni a 40 anni dalla Costituzione Apostolica Divinus perfectionis Magister". L’incontro, che si terrà presso la Pontificia Università Lateranense dal 9 all’11 novembre 2022, è promosso dal Dicastero delle Cause dei Santi e dal Pontificio Comitato di Scienze Storiche.

Un programma intenso che riunisce esperti, consultori, storici e professori sul tema della santità. Padre Bernard Ardura, Presidente del Pontificio Comitato di Scienze Storiche interviene durante la conferenza con i giornalisti spiegando questo incontro.

"Quaranta anni fa Giovanni Paolo II con la Divinus perfectionis Magister ha riformato profondamente l'iter per le cause di beatificazione e canonizzazione. In questo riformare il Papa ha seguito le orme dei suoi predecessori, come Urbano VIII e Benedetto XIV. Volevano rendere lo studio delle cause dei santi più precise e documentate. Lo stesso diceva di Pio XI, il Papa che, tra le due Guerre Mondiali, aveva saputo cogliere l’importanza del progresso delle scienze storiche, per conoscere meglio e in modo più sicuro la verità concernente i Servi di Dio", dice il Presidente.

Ovviamente, con la semplificazione della procedura apportata dalle riforme di Paolo VI e soprattutto di Giovanni Paolo II, si è avuto un incremento sensibile di Beatificazioni e Canonizzazioni. Per esempio Giovanni Paolo II nel suo pontificato ha proclamato oltre 450 santi e quasi 1300 beati, "numero senza precedenti". "Allora si pone una domanda, tra le numerose che si presentano nel vasto campo dell’agiografia: quali sono le figure di santità che la Chiesa intende proporre come modelli di vita santa oggi nell'arco di questi 40 anni al popolo di Dio?. Quali sono le figure di santità che il popolo cristiano presenta alla Chiesa? E quali quelle in cui i pastori si ritrovano meglio?", questo l'interrogativo che pone Padre Bernard Ardura.

"In questi tre giorni di studi, ci proponiamo di fare in qualche modo un bilancio dei quaranta ultimi anni, da Giovanni Paolo II a oggi, nel campo dell’agiografia, della teologia e del diritto relativi alle Cause dei Santi, e cercheremo di mettere in luce la grande varietà delle figure di santità, dai martiri, ai santi religiosi e laici, uomini e donne, ministri ordinati, papi, dottori, bambini e adolescenti. Proveremo a identificare gli ambienti di santità che riflettono la nostra epoca: famiglia e movimenti religiosi, e vorremmo almeno toccare alcuni temi di grande rilevanza, come la sfida della inculturazione della santità, santità e mistica, le varie dimensioni e il significato del miracolo nelle Cause dei Santi, senza dimenticare le rappresentazioni dei santi, che dicono qualcosa dell’immagine che ci facciamo della stessa santità", commenta il Presidente spiegando l'importanza del convegno che si terrà alla Lateranense.

Ti potrebbe interessare