Un francobollo per Papa Francesco per i 25 di relazioni tra Israele e Santa Sede

Questa mattina all' udienza generale il dono al Papa e un invito in Israele

Il Papa e l'Ambasciatore d' Israele
Foto: Vatican Media
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Un invito speciale quello che ha ricevuto Papa Francesco dall’ambasciatore di Israele presso la Santa Sede. Occasione la presentazione du un francobollo speciale per il 25 ° anniversario delle relazioni diplomatiche tra lo Stato di Israele e la Santa Sede.

Dal Papa si è recato al termine dell’udienza generale il Direttore del servizio Filatelico di Israele Elhanan Shapira e il capo dell’ Ufficio filatelico e numismatico della Santa Sede Mauro Olivieri con Marica Fabris.

L’anniversario- ha detto l’ ambasciatore David,  “è un momento di gioia e di riconoscimento del lungo cammino che abbiamo percorso insieme lungo un percorso di riconciliazione e amicizia. Il 30 dicembre 1993, Israele e la Santa Sede hanno firmato a Gerusalemme l'accordo fondamentale che stabilisce relazioni diplomatiche complete tra i nostri due stati. Questo legame unico tra l'unico stato ebraico e la Chiesa cattolica universale unisce elementi sia politici che spirituali.

Lo speciale francobollo comune emesso dal servizio filatelico israeliano e dal servizio numismatico della Santa Sede per commemorare il 25 ° anniversario raffigura la chiesa di San Pietro e la sinagoga di Cafarnao e simboleggia le relazioni e l'interazione uniche tra ebraismo e cristianesimo. Mentre celebriamo il 25 ° anniversario delle relazioni diplomatiche, riconosciamo con profonda soddisfazione tutto ciò che abbiamo raggiunto.

Ricordiamo in particolare le tre visite ufficiali nello Stato di Israele di tutti e tre i Papi sin dall’inizio delle nostre relazioni diplomatiche.  Le visite includevano momenti di grande emozione  al Muro occidentale, Yad Vashem e la posa di una corona di Papa Francesco sulla tomba di Benjamin Zeev Herzl, il fondatore del sionismo. Le visite reciproche in Vaticano sono state ricambiate da tutti i capi di stato e dai primi ministri israeliani.

I nostri risultati dovrebbero essere un punto di partenza per incoraggiare il continuo lavoro congiunto per portare queste relazioni ad ulteriori livelli di amicizia, dialogo e comprensione reciproca”.

La scelta del soggetto è molto significativa. Cafarnao è un sito archeologico sulla costa del Mare di Galilea, a nord di Tiberiade. É la città dove viveva San Pietro e nella cui sinagoga predicò Gesù. Una delle più grandiose sinagoghe antiche di Israele è stata scoperta nel centro della città, accanto ai resti di una chiesa ottagonale di epoca bizantina costruita secondo la tradizione sulla casa di Pietro.

Il luogo dove Gesù guarì la suocera di Simone dalla febbre. Durante il periodo bizantino fu costruita una grande chiesa per contrassegnare il luogo in cui tradizionalmente si pensava che la casa di Simon. Nel 1990, fu costruita una chiesa moderna sulle rovine della chiesa bizantina, scoperta all'inizio del XX secolo, sospesa sopra gli antichi resti. La chiesa e la sinagoga, che sono attualmente gestite dai francescani di Terra Santa , attirano turisti e pellegrini cristiani da tutto il mondo.

Le foto del Folder sono della Custodia di Terra Santa e I disegni sono basati sugli schizzi di Benjamin Arubas, le illustrazioni sono di Tuvia Kurtz.

Ti potrebbe interessare