Un sociologo esperto di disabilità per l’Accademia delle Scienze Sociali

Papa Francesco nomina come membro dell’Accademia Fabio Ferrucci. Si occupa di politiche di inclusione delle persone con disabilità

Il professor Fabio Ferrucci
Foto: YouTube
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il nuovo membro della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali è Fabio Ferrucci, sociologo esperto di inclusione delle persone con disabilità in contesti lavorativi ed educativi.

Classe 1963, proveniente dalla provincia di Venezia, laureato a Perugia e dottorato a Bologna, Ferrucci insegna Sociologia dei Processi Culturali e Direttore del

Dipartimento di Scienze Umanistiche, Sociali e della Formazione presso l’Università del Molise, ed è membro del Collegio di Dottorato di ricerca internazionale in Social Work and Personal Social Services presso l’Università Cattolica di Milano.

I suoi ambiti di studio sono la famiglia, il terzo settore e le politiche sociali, con un focus particolare sull’inclusione delle persone con disabilità in contesti lavorativi ed educativi. Dal 2018 fa parte del Consiglio Direttivo della Conferenza Nazionale Universitaria dei Delegati dei Rettori per la Disabilità.

Tra le sue pubblicazioni: La disabilità come relazione sociale (2004); (a cura di) Disabilità e politiche sociali (2005); “The fastest thing on no legs”. Il caso Pistorius (2009); Disability and work inclusion in Italy: between unfulfilled promises and new disability culture (2014); (con M. Cortini), Social representations and inclusive practices for disabled students in Italian higher education. A mixed-method analysis of multiple perspectives (2015); Welfare locale, dopo di noi e ciclo di vita familiare delle persone adulte con disabilità: una prospettiva sociologica (2016).

Classe 1963, proveniente dalla provincia di Venezia, laureato a Perugia e dottorato a Bologna, Ferrucci insegna Sociologia dei Processi Culturali e Direttore del

Dipartimento di Scienze Umanistiche, Sociali e della Formazione presso l’Università del Molise, ed è membro del Collegio di Dottorato di ricerca internazionale in Social Work and Personal Social Services presso l’Università Cattolica di Milano.

I suoi ambiti di studio sono la famiglia, il terzo settore e le politiche sociali, con un focus particolare sull’inclusione delle persone con disabilità in contesti lavorativi ed educativi. Dal 2018 fa parte del Consiglio Direttivo della Conferenza Nazionale Universitaria dei Delegati dei Rettori per la Disabilità.

Tra le sue pubblicazioni: La disabilità come relazione sociale (2004); (a cura di) Disabilità e politiche sociali (2005); “The fastest thing on no legs”. Il caso Pistorius (2009); Disability and work inclusion in Italy: between unfulfilled promises and new disability culture (2014); (con M. Cortini), Social representations and inclusive practices for disabled students in Italian higher education. A mixed-method analysis of multiple perspectives (2015); Welfare locale, dopo di noi e ciclo di vita familiare delle persone adulte con disabilità: una prospettiva sociologica (2016).

Ti potrebbe interessare