Una mostra sul Santo Sepolcro nel Commissariato di Terra Santa di Napoli

L'evento sarà inaugurato sabato 20 novembre alle 9.30

I Cavalieri dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro
Foto: Archivio di CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Sabato prossimo 20 novembre alle ore 9:30 verrà inaugurata a Napoli la mostra "Come pellegrini al Santo Sepolcro", presso il Commissariato Generale di Terra Santa in via Capodimonte 24. Presente alla cerimonia anche l'Arcivescovo di Napoli, Monsignor Domenico Battaglia.

Obiettivo della mostra è quello di far scoprire il fascino del Santo Sepolcro a Gerusalemme, restando a Napoli, viste le difficoltà di movimento tuttora esistenti a causa della pandemia.

La mostra si compone di 14 pannelli che fanno scoprire tutti gli aspetti del Santo Sepolcro: storico, archeologico e di fede. 

La Custodia di Terra Santa - dando notizia della mostra - fa sapere che questo tour "parte dalle origini di Gerusalemme e dalla descrizione del Golgota e delle cave di pietra circostanti, luoghi della morte e risurrezione di Gesù. Attraverso le epoche romana, bizantina, islamica e crociata, si svelano le trasformazioni artistiche che hanno modellato la basilica, fino al particolare aspetto ecumenico che ha oggi. L’esposizione giunge ai giorni nostri, quando durante i restauri del 2016, i tecnici che studiavano l’edicola scoprirono i resti del sepolcro intagliato nella pietra. Ma non c’è solo il passato: la mostra parla del Santo Sepolcro oggi, luogo di vita e unità, custodito da diverse comunità religiose, tra cui i francescani, che accolgono i pellegrini. Per tutti i visitatori sarà inoltre possibile visionare filmati sui Luoghi Santi, realizzati dalla Custodia di Terra Santa".

La mostra sarà ospitata per una settimana dal Commissariato Generale di Terra Santa, uno degli 84 Commissariati della Custodia di Terra Santa, che opera nei Luoghi Santi per proteggerli e aiutare chi li abita. La mostra proseguirà poi per tutto il periodo di Natale presso l’Ipogeo della Basilica dell’Incoronata Madre del Buon Consiglio a Capodimonte, grazie alla volontà dell’Ordine del Santo Sepolcro.

Compito dei Commissariati - ricorda la Custodia di Terra Santa - è la promozione de legame spirituale dei credenti con Gerusalemme e i pellegrinaggi ai luoghi della salvezza e la raccolta fondi utili al mantenimento degli edifici sacri e delle attività caritatevoli.

Ti potrebbe interessare