Unioni civili, la Segreteria di Stato: "Il Papa non ha cambiato la dottrina della Chiesa"

Si tratta di una nota interna della Segreteria di Stato diffusa dal Nunzio Apostolico in Messico

Papa Francesco
Foto: Daniel Ibanez CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

“È evidente che Papa Francesco ha fatto riferimento a determinate disposizioni statali, non certamente alla dottrina della Chiesa, molte volte riaffermata nel corso degli anni”. Lo scrive l’Arcivescovo Franco Coppola, Nunzio Apostolico in Messico, sulla sua pagina Facebook, riportando una nota interna della Segreteria di Stato.

Il testo riportato dall’Arcivescovo è una nota interna della Segreteria di Stato inviata – come di consueto – ai Nunzia Apostolici, come confermato dallo stesso Nunzio ad Aci Prensa

Il testo vuole chiarire definitivamente la posizione del Papa facendo riferimento al n.250 di Amoris Laetitia e riporta inoltre un passaggio di una intervista di Francesco rilasciata nel 2014: “Il matrimonio – dice il Papa – è tra un uomo e una donna. Gli Stati laici vogliono giustificare le unioni civili per regolamentare diverse situazioni di convivenza, mossi dall'esigenza di regolare aspetti economici tra le persone, come ad esempio garantire l'assistenza sanitaria. Si tratta di patti di convivenza di natura diversa, di cui non saprei dare un cast delle varie forme. È necessario vedere i vari casi e valutarli nella loro varietà”.

 

 

Ti potrebbe interessare