Vatileaks due: si ascoltano i testimoni della difesa

L'ingresso del Tribunale dello Stato della Città del Vaticano
Foto: AA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Ancora una udienza nel processo per la fuga di documenti riservati dagli uffici della COSEA. Padre Lombardi riferisce che la udienza di oggi, s è svolta tra le 9.30 e le 11.15 presenti  tutti gli imputat con i rispettivi avvocati. Sono stati ascoltati altri testimoni “esterni” – cioè persone non appartenenti al personale in servizio vaticano. Si tratta di tre richiesti dalla difesa di Nuzzi: Paolo Mieli Marco Bernardi e Paola Brazzale.

Secondo quanto riferisce la Radio Vaticana Mieli ha detto che non c’è ““Nessun limite" alla pubblicazione di documenti rilevanti "a meno che non minaccino valori come la pace o la sicurezza” ha detto Mieli rispondendo ad una domanda degli avvocati di parte. “E' doveroso pubblicare” – ha aggiunto – e questo “per due ragioni: è una norma deontologica che ci siamo dati sul modello del giornalismo anglosassone” e perché documenti d’interesse non pubblicati “potrebbero diventare arma di ricatto” da parte di tutti coloro che “ne sono venuti a conoscenza”.

Inoltre sono stati ascoltati sono stati ascoltati due librai veneti, Marco Bernardi e Paola Brazzale, che avevano conosciuto Nuzzi ai tempi della sua prima pubblicazione e che nel luglio/agosto 2015 vennero ricontattati dall'imputato, il quale chiedeva informazioni sul testo di Fittipaldi a conferma, secondo la tesi della difesa, che i due non si conoscevano.

I testi che non si sono presentati pur avendo ricevuto la convocazione – Paolo Mondani e Mario Benotti – “verranno riconvocati per una successiva udienza, poiché in un caso un avvocato e nell’altro il Promotore di Giustizia non hanno ritenuto opportuno di rinunciare alla loro testimonianza”

Le prossime udienze sono state messe in calendario per sabato 14 maggio alle ore 9.30, lunedì 16 maggio alle ore 15.30 e martedì 17 alle ore 10.30. È prevista la continuazione dell’audizione dei testimoni ammessi.

Ti potrebbe interessare