Cattolicesimo e Islam, come si dialoga in Europa?

Una veduta di Scutari, la città albanese che ospita dal 7 al 9 febbraio l'incontro dei delegati delle Conferenze Episcopali Europee per il dialogo con l'Islam
Foto: CCEE
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

In dialogo con l’Islam da una prospettiva teologico spirituale: i delegati nazionali delle Conferenze Episcopali Europee per i rapporti con i musulmani parleranno di questo a Scutari, in Albania, dal 7 al 9 febbraio prossimo.

È la prima volta che l’incontro avviene in Albania, su invito dell’arcivescovo Angelo Massafra. Ma la scelta di Scutari non è casuale. Al Simposio CCEE sui giovani di Barcellona, fu una giovane albanese, convertita dall’Islam al cattolicesimo, a raccontare come erano possibili quei ponti di dialogo che ne avevano favorito la conversione.

L’approccio dell’incontro è quello di andare oltre la visione dell’Islam come un insieme di norme comportamentali, ma di analizzarlo come una religione con la sua spiritualità e la teologia. A questo, si aggiungerà lo scambio delle iniziative e delle buone pratiche messe in campo nell’ambito dei rapporti con le altre religioni. 

In questa quinta edizione dell’incontro, che si svolge per la prima volta in un Paese a maggioranza musulmana, ci sarà anche il contributo di due intellettuali musulmani albanesi, esponenti della comunità sunnita e della confraternita Bektashi.

Questo il programma. La prima parte dell’incontro sarà animata da Fra Ignazio De Francesco monaco della “Piccola Famiglia dell’Annunziata, Montesole” (Italia) e vedrà i contributi dell’Imam sunnita Lauren Luli, Vice-Presidente della Comunità Musulmana in Albania e di Sua Grazia (Haxhi) Baba Edmond Brahimaj Kryegjyshi, Leader della comunità Bektashi, i quali aiuteranno a tracciare i profili fondamentali del credente musulmano e le modalità attraverso le quali vive la sua relazione con Dio.

 La seconda parte dell’incontro sarà invece dedicata a tematiche pastorali.  Padre Vincent Feroldi, Direttore del Servizio Nazionale per i rapporti con l’Islam della Conferenza Episcopale Francese presenterà le sfide pastorali poste dalla presenza di coppie miste cristiano-musulmane. Mons. Claude Rault, Vescovo emerito di Laghouat Ghardaïa (Algeria), presenterà invece la sua esperienza di dialogo interreligioso tra cristiani e musulmani basata sulla spiritualità. 
 
Dopo uno scambio sulle buone pratiche, don Andrea Pacini, docente presso la Facoltà Teologica Italia Settentrionale (Sezione di Torino), concluderà l’incontro con una riflessione sullo status teologico dell’Islam nella riflessione cristiana contemporanea.

Parteciperà all’incontro anche Monsignor Khaled Akasheh, capo dell’ufficio Islam presso il Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso. Monsignor Akasheh porterà i saluti del Cardinale Jean Louis Tauran e fornirà una panoramica sulle attività del Pontificio Consiglio e sul Viaggio Apostolico di Papa Francesco in Egitto, culminato nell’incontro con il Grande Imam di Al-Azhar.

All’incontro parteciperanno anche il Nunzio Apostolico in Albania, l’Arcivescovo Charles John Brown, e il Vescovo George Frendo di Tirana-Durazzo. L’incontro sarà concluso con una visita al Santuario bektashi di Croia (Krujë).