Advertisement

Papa Francesco: “I popoli indigeni indispensabili nella lotta al cambiamento climatico”

I partecipanti al VI Forum dei Popoli Indigeni promosso della FAO vanno dal Papa. Che rimarca la loro importanza per la lotta al cambiamento climatico

Papa Francesco con la delegazione del Forum delle popolazioni indigene, Palazzo Apostolico, 10 febbraio 2023 | Vatican Media / ACI Group Papa Francesco con la delegazione del Forum delle popolazioni indigene, Palazzo Apostolico, 10 febbraio 2023 | Vatican Media / ACI Group

Le culture dei popoli indigeni, con la loro attenzione per la natura, possono essere alleati fondamentali nella lotta al cambiamento climatico. Lo ha detto Papa Francesco in un breve discorso, pronunciato in spagnolo, ai partecipanti del VI Forum dei Popoli Indigeni organizzato dalla FAO, l’agenzia ONU che si occua di lotta alla fame.

Tema dell’incontro è “Leadership dei popoli indigeni nelle questioni del clima: soluzioni basate sulle comunità per migliorare la resilienza e la biodiversità”.

Si tratta, dice il Papa, di un compito fondamentale svolto dai popoli indigeni, mentre “sfortunatamente, assistiamo a una crisi sociale e ambientale senza precedenti”, e “se davvero vogliamo prenderci cura della nostra casa comune e migliorare il pianeta in cui viviamo” servono “cambi profondi di stili di vita e modelli di produzione e consumo”.

Papa Francesco sottolinea che “dobbiamo ascoltare di più ai popoli indigeni” e apprendere il loro modo di vivere per “comprendere che non possiamo continuare a divorare le risorse naturali”. Il loro contributo, in tal senso, è “fondamentale nella lotta al cambio climatico”, considerando che “oggi più che mai sono molti quelli che reclamano un processo di riconversione delle strutture di potere consolidate che reggono la società della cultura occidentale, allo stesso tempo, trasformano le relazioni storiche colpite dal colonialismo, la esclusione e la discriminazione”.

Ci vuole “un dialogo rinnovato” su come stiamo costruendo il pianeta”, con “azioni comuni, frutto di una collaborazione costante e reale, perché la sfida ambientale che stiamo vivendo e le sue radici umane hanno impatto su ciascuno di noi”.

Advertisement

Papa Francesco chiede dunque ai governi che “riconoscano i popoli indigeni di tutto il mondo, le sue culture, lingue, tradizioni e spiritualità”, rispettandone “la dignità e i diritti” con la coscienza che “la ricchezza della nostra grande famiglia umana consiste precisamente nella sua diversità”.

Il Papa lamenta che “ignorare le comunità originarie nella salvaguardia della terra è un grave errore, per non dire una grave ingiustizia”, mentre “valorizzare il loro patrimonio culturale e le loro tecniche ancestrali aiuterà a comprendere percorsi per una migliore gestione ambientale”.

Papa Francesco loda dunque il lavoro del Forum, e quello del fondo di appoggio dei popoli indigeni.