80 anni fa moriva il Cardinale Lorenzo Lauri

Fu Camerlengo fino alla morte avvenuta nel 1941. Pio XII decise di non nominare il successore: furono i Cardinali alla morte del Papa ad eleggere nel 1958 il nuovo Camerlengo

Il Cardinale Lorenzo Lauri
Foto: pubblico dominio
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

L'8 ottobre 1941 moriva a Roma il Cardinale Lorenzo Lauri, Penitenziere Maggiore e Camerlengo di Santa Romana Chiesa.

Nato a Roma il 15 ottobre 1864, venne ordinato sacerdote il 4 giugno 1887.

Dopo l'ordinazione presbiterale insegnò presso la Pontificia Università Urbaniana, lavorando anche presso il Vicariato di Roma.

Nel 1917 Papa Benedetto XV lo ha eletto  Arcivescovo titolare di Efeso e nominato Internunzio in Perù.

Nel 1921 venne trasferito in Polonia come Nunzio apostolico.

Nel 1926 Papa Pio XI lo ha creato Cardinale di Santa Romana Chiesa nel concistoro del 20 dicembre, del titolo di San Pancrazio.

Nel 1939 il nuovo Papa Pio XII lo scelse quale Camerlengo di Santa Romana Chiesa, incarico che fino ad allora era stato svolto dallo stesso Cardinale Pacelli.

Il Cardinale Lauri morì a Roma l'8 ottobre 1941. Alla sua morte Pio XII decise di non provvedere alla nomina di un nuovo Camerlengo. La carica rimase vacante per tutto il restante pontificato pacelliano. Alla morte di Pio XII - nel 1958 - i Cardinali, alla vigilia del conclave,  elessero il nuovo Camerlengo nella persona del Cardinale Benedetto Aloisi Masella.

Bisogna ricordare che Pio XII decise anche di non nominare nemmeno un nuovo Segretario di Stato alla morte del Cardinale Maglione, nel 1944. Fu Giovanni XXIII il 15 dicembre 1958 a nominare il Cardinale Domenico Tardini nuovo Segretario di Stato.

Ti potrebbe interessare