800 anni di presenza in Terra Santa: i frati francescani festeggiano ad Acri

I frati francescani in Terra Santa
Foto: Fondazione Terra Santa
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

L’avventura francescana in Terra Santa ebbe inizio 800 anni fa. E i frati francescani si sono riuniti tuti, lo scorso 11 giugno ad Acri, per dare inizio ai festeggiamenti di questo anno storico. I frati della Custodia hanno scelto di partire proprio dal luogo in cui giunsero i primi francescani nel 1217.

Erano circa settanta, da Gerusalemme e dalla Galilea, che hanno partecipato l'11 giugno alla giornata celebrativa, riservata ai religiosi della Custodia.

Fra Marcelo Cichinelli, guardiano del convento di San Salvatore a Gerusalemme, spiega sul sito ufficiale della Custodia: “Abbiamo scelto questa modalità per l’apertura dei festeggiamenti, in modo da favorire lo sguardo sereno della fraternità che si ritrova nell’intimità dei fratelli”.

“In questa domenica dedicata alla solennità della Santissima Trinità, siamo venuti fino ad Acri per celebrare l’inizio della nostra presenza in Terra Santa proprio dove otto secoli fa sbarcarono i primi frati minori e diedero inizio ad un’avventura di presenza francescana in Terra Santa, di cui noi oggi siamo eredi”. Lo ha detto il Custode di Terra Santa Fra Francesco Patton durante l'omelia, in cui ha insistito molto sul significato della Trinità. “Anche la nostra stessa missione qui in Terra Santa si radica in questa esperienza di amore trinitario - ha affermato il Custode -  Infatti, nella Lettera all’Ordine, san Francesco ci ricorda qual è il senso della nostra vocazione, ricordandoci perché Dio ci voglia evangelizzatori e missionari: poiché per questo vi mandò nel mondo intero, affinché rendiate testimonianza alla voce di lui con la parola e con le opere e facciate conoscere a tutti che non c'è nessuno Onnipotente eccetto Lui”.

Durante la messa, i frati hanno rinnovato insieme i loro voti come gesto simbolico. Il Superiore di Acri, Fra Simon Pietro Herro, è intervenuto al termine della celebrazione: “Oggi per noi è come una Pentecoste francescana: siamo qui tutti insieme nel luogo dove i primi frati sono arrivati. Oggi con il rinnovo del nostro sì al Signore possiamo ricominciare di nuovo, con forza, umiltà, amore e energia, perché il mondo di oggi ha bisogno di veri testimoni francescani”.

Fra Quirico, il precedente superiore di Acri, ha guidato poi tutti alla scoperta della cripta sotto alla Chiesa, raccontando: “Nel 1995 sono arrivato ad Acri e nel 1996 da una finestra sotto alla chiesa sono entrato per la prima volta qui. Ho scoperto che c'erano alcuni ambienti che erano pieni di detriti, tanto che ne abbiamo asportati dodici container. Abbiamo quindi iniziato i lavori”. A diversi anni di distanza, sono state trovate colonne romane, diverse cisterne e altre camere, forse costruite di rinforzo alla struttura.


Dopo il pranzo, il folto gruppo di frati ha fatto un giro per la città di Acri, accompagnato da Fra Eugenio Alliata, l'archeologo della Custodia. Fra  Alliata ha mostrato un'antica mappa della città vecchia su cui era segnato il luogo del primo convento, oggi sostituito da una scuola. Camminando sui passi dei loro stessi fratelli di 800 anni prima, i frati della Custodia di Terra Santa hanno avuto modo, così, di ripercorrere la loro storia.

Hanno partecipato alla festa anche i bambini della Terra Santa School di Acri, con un concerto organizzato nel grande salone della scuola della Custodia. Tra canti di coro e pezzi strumentali, il tema scelto è stato quello della pace, di cui il Medio Oriente ha sempre bisogno. Un tema su cui si insiste molto nella scuola in cui siedono fianco a fianco bambini e insegnanti di diverse religioni e culture.

Il culmine delle celebrazioni sarà a metà ottobre con tre giornate speciali di conferenze e concerti alla presenza del Cardinale Sandri, Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, P. Michel Perry, Ministro Generale dell’Ordine dei Frati Minori, Fr. Julio César Bunader, Vicario Generale dell’Ordine, e altre personalità del mondo universitario e religioso.

Il 16 ottobre la conferenza sarà dedicata alle organizzazioni e istituzioni che sostengono le molteplici attività della Custodia, mentre nel pomeriggio a San Salvatore una cerimonia liturgica, presieduta dal Padre Generale dell’Ordine, aprirà le celebrazioni dell’anniversario.

Nello stesso luogo la mattina del 17 ottobre, il Cardinal Sandri officerà la messa e continuerà poi nel Salone dell’Immacolata con una  conferenza sul tema: “Il ruolo dei Francescani in Terra Santa”. Seguiranno altre conferenze, tra cui una dedicata alla venuta dei primi Frati ad Acri, una su “Acri crociata” e una sui cimeli francescani trovati nel primo convento sul Monte Sion.

Il terzo giorno, mercoledì 18 Ottobre, il tema del meeting sarà il significato degli affreschi della Basilica Superiore di San Francesco ad Assisi, seguito da un breve intervento sui primi Conventi Francescani in Medio Oriente. In chiusura, nel pomeriggio, è prevista una messa con il Vicario Generale dell’Ordine, cui seguirà un Concerto preparato dall’Istituto Musicale della Custodia Magnificat.

 

Ti potrebbe interessare